Roma, irriducibili No vax e No pass si preparano a un sabato di fuoco: l’adunata è per una fiaccolata

venerdì 26 Novembre 10:55 - di Lara Rastellino
No vax

Il popolo No vax e No pass torna a darsi appuntamento per domani: a Roma e Milano. E se all’ombra della Madonnina la piazza dei disobbedienti alle norme anti-Covid si dà adunata per le 17 in Piazza Duomo rilanciando sui social la portata «nazionale» della convocazione. Nella capitale, il blitz a ranghi compatti punta a presidiare il cuore della “città eterna” dandosi appuntamento a Trastevere. Dove chi protesta contro le misure sanitarie e i provvedimenti restrittivi del governo varati dopo il balzo dei contagi, si radunerà per una fiaccolata a Ponte Sisto. Un punto nevralgico, a breve distanza dalla sede del Ministero della Salute. Intelligence e forze dell’ordine sono allertate. Anche perché quella di domani si annuncia come una giornata particolarmente difficile per Roma: oltre a No vax e No pass, infatti, per il centro sfilerà anche il maxi-corteo delle donne di Non una di meno.

No vax e No Green Pass irriducibili: domani altri raduni a Roma e Milano

E allora, nonostante fino a ieri non risultino richieste formali di scendere in piazza, Ponte Sisto e anche il Circo Massimo restano presidiate. Nel frattempo, prosegue parallelamente il monitoraggio dei social. In particolare, riferisce il Messaggero oggi, controllati speciali «i canali Telegram di chi paventa lo spettro della dittatura sanitaria», dove «continuano a girare gli appelli per i raduni del sabato pomeriggio nelle principali città italiane, tra cui, appunto, Roma. Questa volta al grido di “cambiamo musica. Seguiamo il modello olandese”, con riferimento agli scontri di Rotterdam». Una esplicita chiamata alle armi rivolta ai commilitoni dissidenti, che suscita allarme. Anche in considerazione di quanto accaduto sabato scorso al Circo Massimo.

No vax e No pass in piazza: il timore di disordini, disagi e nuova recrudescenza dei contagi

Dove hanno protestato in 4000: tutti “rigorosamente” senza mascherina e in spregio del distanziamento sociale. E il copione rischia di ripetersi domani. Tanto che l’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato, tornato a ribadire la minacciosità dei raduni dato il sensibile aumento dei contagi registrato negli ultimi giorni, ha bollato con «non tollerabile» la mobilitazione programmata per domani. L’assessore, in un’intervista al quotidiano capitolino, si rivela indignato e preoccupato per gli eventi No vax e No pass già svolti. E per quelli e in calendario tra 24 ore. Ribadendo imprescindibilità del rispetto delle norme: «Nelle iniziative come le manifestazioni si devono rispettare le regole che ci siamo dati: ovvero distanziamenti e mascherine altrimenti è meglio non farle». E rilanciando su più controlli e più multe: «La libertà di manifestare è costituzionalmente garantita però dentro il rispetto delle regole. Se poi manifestare significa mettere benzina nel motore del virus bè allora non va bene. Quindi controlli, verifiche e sanzioni per chi sgarra».

Roma, si annuncia un sabato di fuoco: previsti anche altri sit in e cortei

Peraltro, la capitale in particolare, domani, rischia la congestione. Tra le previsioni meteo che annunciano maltempo per tutta la giornata. Le cinquantamila persone attese a Roma per la manifestazione di Non una di meno – che partirà alle 14 da Piazza della Repubblica per arrivare in Piazza Porta San Giovanni – con percorso ancora in via di definizione. E altri sit-in in calendario: tra cui quello dei sindacati contro la manovra finanziaria del Governo in Piazza Santi Apostoli (che potrebbe radunare 500 persone). E quello della rete Lgbt contro la violenza sulle donne, in Piazza Trilussa (un centinaio di partecipanti). Bus e tram saranno deviati. Le strade chiuse. I disagi alla  circolazione inevitabili. Il rischio di una ulteriore recrudescenza dei contagi, incombente. Ma gli irriducibili delle contestazioni non retrocedono. Nemmeno di un passo…

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *