Decathlon non venderà più le canoe in Francia: i migranti le compravano per attraversare la Manica

mercoledì 17 Novembre 20:42 - di Davide Ventola
Decathlon

La multinazionale dei prodotti sportivi Decathlon non venderà più le canoe nei suoi negozi di Calais e Grande-Synthe, nel nord del Francia. La scelta nasce dal fatto che molti migranti le comprano per attraversare la Manica. Lo riporta il Guardian.

«L’acquisto di canoe non sarà più possibile» nei negozi Decathlon di Calais e Grande-Synthe, vicino a Dunkerque, «dato il contesto attuale», ha fatto sapere il gruppo. Questi articoli non venivano utilizzati per il loro scopo sportivo originale, ma «potrebbero essere usati per attraversare la Manica» e in questi casi «la vita delle persone sarebbe in pericolo».

Decathlon blocca la vendita di canoe dopo l’ultimo esodo

Nella sola giornata di ieri centinaia di migranti hanno attraversato la Manica, inclusi una sessantina arrivati nel pomeriggio sulla spiaggia di Dungeness, a una trentina di chilometri a sudovest di Folkestone. Venerdì scorso tre migranti sono risultati dispersi dopo aver tentato la traversata in canoa, mentre il giorno prima due canoe sono state trovate alla deriva davanti alla costa di Calais e due migranti sono stati soccorsi in mare.
Secondo il ministero dell’Interno britannico, giovedì scorso un record di 1.185 persone sono sbarcate nel sud dell’Inghilterra a bordo di piccole imbarcazioni rispetto alle 853 del record precedente segnato all’inizio del mese.

Decathlon ha fatto sapere ai consumatori francesi che comunque le canoe si potranno comunque ancora acquistare online e in altri negozi della multinazionale dello sport.

La decisione, riferiscono i media francesi, è stata presa dal gruppo francese di negozi di articoli sportivi dopo la scomparsa in mare di diversi migranti. L’ultimo caso il 12 novembre con la scomparsa di tre migranti al largo di Calais dopo un tentativo di attraversamento con un kayak.

Il 12 novembre tre migranti sono scomparsi su un kayak

L’aumento recente dei tentativi di attraversamento, ha spiegato Decathlon al quotidiano locale La Voix du Nord‘, “ha effettivamente condotto i nostri team di Decathlon Calais ad interrogarsi sull’atteggiamento da adottare in merito alla vendita di prodotti che potevano essere utilizzati come mezzi per attraversare La Manica. In concertazione con i nostri team faremo in modo di vietare l’acquisto di imbarcazioni, canoe e kayak in particolare, che potrebbero mettere in pericolo la vita di persone che gli utilizzano per attraversare La Manica. Siamo interessati a non far correre rischi ai nostri clienti qualsiasi sia la circostanza”.

Decathlon Calais, che ha ritirato dalla vendita i kayak venerdì scorso, tuttavia continuerà a vendere le attrezzature di sicurezza come i giubbotti salvagente, remi, protezioni termiche.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *