Conte, nuova lite con un giornalista: “Mi faccia il piacere!” (video). Ecco tutte le rispostacce di “Giuseppi”

martedì 9 Novembre 11:46 - di Marta Lima

E’ un Giuseppe Conte ancora una volta nervoso e permaloso quello che si rende protagonista di una lite con un giornalista, nel video in basso duella con Alessandro De Angelis, dell’Huffinghton Post, nel corso dell’intervista che Lilli Gruber gli fa a “Otto e Mezzo“, su La7. L’ex premier non gradisce domande scomode e come già accaduto in passato perde le staffe. Come quando De Angelis gli contesta il fatto di essere stato sempre nominato e mai votato in un congresso. Conte allora si aggrappa alle consultazioni on line plebiscitarie, in cui era l’unico candidato di Grillo, dopo essere stato definito un “incapace” dallo stesso. “Ma lei è disinformato, studi, studi!”. De Angelis gli chiede anche delle liti sui capigruppo. “Abbiamo sempre voluto rispettare l’autonomia del Gruppo, non è la prima volta che ci sono due gruppi che si contendono il direttivo del Senato. Quindi dire che la Castellone è anti-contiana è una falsità. L’unica condizione che io chiedo è che il loro direttivo abbracci il nuovo corso che stiamo attuando”. Il duello prosegue, fino a quando Conte sbotta: “Ma mi faccia il piacere, mi faccia il piacere!“.

Conte e le liti con il giornalista di turno: corsi e ricorsi…

Non è la prima volta che Conte si rende protagonista di una lite con un giornalista. Era già accaduto a Taranto, quando Conte rispose male a un giornalista,  ma anche a Palazzo Chigi , nel dicembre del 2020, quando in conferenza stampa sul nuovo Dpcm era stato incalzato da Jana Gagliardi. La giornalista di Sky Tg24 aveva chiesto lumi in merito ai ritardi: “Perché siete arrivati in piena notte con queste misure?”. La risposta arrivava piccata. “Lei la fa facile, fosse stato per lei avrebbe già disposto da tempo i ristori…”.

Altra lite e risposta maleducata, a un collega che aveva osato criticare alcune scelte del commissario Arcuri: “Ci vada lei al posto suo, magari fa meglio,a terrò presente!”. E a Bergamo, a una collega che chiedeva lumi sulle zone rosse, Conte replicò stizzito: “Se lei un domani avrà la responsabilità di governo, scriverà i decreti”. Episodi, purtroppo, ricorrenti. Recentemente Conte aveva litigato anche con un contestatore per strada, invitato ad andare via, dai suoi amici leghisti.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *