Solidarietà bipartisan a Michetti per le minacce: «Basta con il clima d’odio». Il tweet di Letta

venerdì 15 Ottobre 19:02 - di Redazione

“La campagna di odio orchestrata ai danni di Enrico Michetti ha mandanti politici chiarissimi. Che hanno prestato la mano a inchieste giornalistiche vergognose. Inseguimenti. Vere e proprie battute di caccia, appostamenti”. Fabio Rampelli è tra i primi a commentare le minacce di morte apparse sui muri del comitato elettorale del candidato di centrodestra. Che ha ottenuto la solidarietà immediata della sua coalizione. Nel pomeriggio si registrano anche messaggi di condanna dell’episodio da parte del Pd.

Rampelli: i frutti avvelenati della campagna di Pd e pseudo-giornalisti

Il  vicepresidente della Camera denuncia atteggiamenti “da Santa Inquisizione per mandare al rogo l’eretico Michetti. Che nulla hanno a che spartire con una civile dialettica democratica. Né con un giornalismo di vera inchiesta. Di questa pessima atmosfera alimentata ad arte dal Pd riparleremo dopo il ballottaggio. Ora più che mai il nostro candidato Michetti raccolga il mio fraterno e solidale abbraccio”.

Rauti: ora la sinistra dica parole chiare

Di grave atto intimidatorio parla anche Isabella Rauti. “Ecco i frutti avvelenati del ritorno orchestrato alla strategia della tensione. E le conseguenze del clima di odio creato da chi vorrebbe riportare l’Italia negli anni di piombo”. La senatrice di FdI chiede “una netta presa di distanze da parte di tutte le forze politiche. E una condanna dell’atto di matrice comunista. “Quelle frasi minacciose e la firma con la stella delle brigate rosse ci riportano indietro agli anni più bui della storia repubblicana”, è l’amaro commento di Andrea De Priamo, capogruppo uscente e rieletto di FdI al Comune di Roma.  Che si augura vengano arrestati i responsabili. Per riportare “il dibattito politico su canoni di confronto democratico. Uscendo dal clima di aggressione mediatica e politica di cui in questi giorni è oggetto Fratelli d’Italia”.

La solidarietà di Salvini che denuncia il clima di odio

A Michetti, che si è detto molto turbato, arrivano nel corso delle ore decine di attestati di solidarietà e vicinanza. Di tutto il centrodestra. Matteo Salvini esprime solidarietà a Michetti per l’ennesimo attacco subito “da parte di estremisti che si richiamo addirittura alle Brigate Rosse. Il clima di odio e di delegittimazione contro le donne e gli uomini di centrodestra sta purtroppo dando i propri frutti avvelenati”. Così il leader leghista che confida in parole inequivocabili da parte della sinistra. Dopo gli insulti e il fango degli ultimi giorni come quello versato da Provenzano”. Solidarietà e sconcerto anche da parte di Mara Carfagna. “Gli opposti estremismi vanno seppelliti per sempre”, dice. Piena solidarietà all’amico Michetti anche da Simonetta Matone, candidata pro sindaco del centrodestra. “Un candidato che non ha mai riservato agli altri candidati, chiamati ‘colleghi’, parole violente, prese di posizione ideologiche. Oggi viene ripagato con un rigurgito di odio di chiara, sinistra matrice”, dice l’ex magistrato. Che chiede alla sinistra, “quella sana”, di prendere le distanze “da questi figuri”.

Il tweet di Letta: solidarietà e condanna

Sollecitata da tutte le latitudini a prendere le distanze dal violento attacco sferrato al candidato sfidante dell’ex ministro Gualtieri, la sinistra risponde. In un tweet molto asciutto Enrico Letta esprime ‘piena solidarietà’ a Michetti. “Odio e insulti – scrive – non possono far parte in alcun modo della dialettica democratica”. Dello stesso tenore il cinguettìo di Simona Malpezzi a nome dei senatori dem. “Per noi la violenza, le intimidazioni e le minacce si condannano tutte. Senza se e senza ma”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *