Omofobia, Mollicone: «Che ne pensa Franceschini del bacio gay in un film per bambini di 6 anni?»

mercoledì 27 Ottobre 13:27 - di Redazione
franceschini

«Il cattolico Franceschini cosa ne pensa dei baci omosessuali in un film per bambini di 6 anni?». A chiederlo è stato il deputato di FdI, Federico Mollicone, nell’ambito di una riflessione sul ddl Zan e sulla promozione delle teorie gender nelle scuole di ogni ordine e grado. Il riferimento è in particolare al film The Eternals, ultimo uscito della saga dei super eroi Marvel.

Il bacio gay in un film per bambini di sei anni

Nella pellicola, ha ricordato l’esponente di FdI, ospite della trasmissione Omnibus di La7, «sono presenti immagini palesemente sessuali, anche con baci fra uomini». Il film «qui in Italia è distribuito per bambini dai 6 anni e più, mentre negli Usa ai tredicenni», ha precisato Mollicone, rivolgendosi quindi al «cattolico Franceschini» per sapere «che cosa dice a proposito dei baci omosessuali in un film per bambini di 6 anni».

Mollicone: «Franceschini che ne pensa?»

Annunciando un question time per chiedere l’innalzamento del limite d’età per la visione della pellicola, Mollicone si è quindi soffermato anche sul tema dell’introduzione delle tematiche gender a scuola. «Ci opponiamo all’ideologia gender nelle scuole», ha avvertito il capogruppo di FdI in Commissione cultura, sottolineando che «non possiamo permettere che certi temi arrivino in classe tra i minori e non possiamo correre il rischio di far crescere i bambini con il pensiero unico gender».

Il no alla propaganda gender a scuola

Mollicone si è quindi soffermato in particolare, sull’articolo 7 del ddl Zan, uno dei più controversi e contestati del testo, «che vuole l’istituzione della Giornata nazionale contro l’omofobia, prevedendo anche “l’organizzazione di cerimonie, incontri e ogni altra iniziativa utile”». «Va in pieno contrasto con l’articolo 30 della Costituzione sulla libertà nello studio», ha ricordato il deputato di FdI, rimarcando anche che «Renzi e Italia Viva difendono il Ddl Zan mentre strizzano l’occhio al regime saudita che, per legge, prevede la pena di morte per gli omosessuali».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *