Nobel per la letteratura allo scrittore tanzaniano Abdulrazak Gurnah. “È un simbolo dei rifugiati”

giovedì 7 Ottobre 13:35 - di Laura Ferrari
Abdulrazak Gurnah

Il Premio Nobel per la Letteratura 2021 è stato assegnato al romanziere Abdulrazak Gurnah «per la sua intransigente e profonda analisi degli effetti del colonialismo e del destino del rifugiato nel golfo tra culture e continenti». È la motivazione annunciata dall’Accademia di Svezia.

Chi è Abdulrazak Gurnah

Lo scrittore tanzaniano naturalizzato britannico Abdulrazak Gurnah è nato nell’isola di Zanzibar nel 1948 e dal 1968 vive in Inghilterra, dove dapprima andò per studiare e dove poi è diventato professore di letteratura inglese all’Università del Kent. Considerato uno dei più brillanti autori della letteratura africana post coloniale, è autore di acclamati romanzi come “Il disertore”, “Paradiso” e “Sulla riva del mare”, pubblicati in italiano da Garzanti.

Proprio la Garzanti, lo descrive così: “È stato professore di inglese al Postcolonial Literatures at the University of Kent a Caterburry. Cresciuto a Zanzibar, dove s’incontrano l’Africa e l’Occidente, il mondo arabo e l’Asia, conosce le difficoltà e le ricchezze del confronto tra culture”.

Il libro italiano di maggior successo è Il disertore, che “racconta le vicende di una terra affascinante, in un romanzo ricco e necessario, che si chiude – dopo oltre mezzo secolo – con un altro amore proibito. Le vicende personali e la grande storia s’intrecciano, dagli orrori del colonialismo alle speranze rivoluzionarie dell’indipendenza”.

Nobel per la letteratura: ennesima scelta politica dell’Accademia

Il premio è assegnato dall’Accademia svedese e vale 10 milioni di corone svedesi (circa un milione di euro). I vincitori del passato sono stati principalmente romanzieri come Ernest Hemingway, Gabriel Garcia Marquez e Toni Morrison, poeti come Pablo Neruda, Rabindranath Tagore, o drammaturghi come Harold Pinter.

Ma gli scrittori hanno vinto anche per opere che includono racconti, storia, saggi, biografie o giornalismo. Winston Churchill ha vinto per le sue memorie, Bertrand Russell per la sua filosofia e Bob Dylan per i suoi testi. Il premio dell’anno scorso è stato vinto dalla poetessa americana Louise Gluck. L’ultimo italiano ad avere vinto un premio per la letteratura è stato Dario Fo nel 1997.


Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *