L’ultima gara di Valentino Rossi in Italia. Papà Graziano: «Emozionante. Ora correrà a Le Mans»

lunedì 25 Ottobre 19:29 - di Redazione

La gara di Valentino ieri a Misano? “L’ho vista con un po’ di magone, è stato emozionante, molto emozionante”, così Graziano Rossi, papà del supercampione, commenta a Rai Radio 1 l’ultima gara di MotoGp in Italia nella sua Misano del “dottore” prima dell’addio alla sua straordinaria carriere sportiva.

Il papà di Valentino Rossi: speravo non smettesse

“Io avrei preferito che Valentino continuasse a gareggiare ancora un po’. Lui però ha deciso diversamente e la sua scelta ha un perché e una ragione molto logica. Quando un pilota non è più competitivo, non si sente più lo spirito per andare forte in moto è meglio cambiare sport”. Ospite di Un Giorno da Pecora il papa di Valentino Rossi confida il rapporto speciale che li lega.  Ieri vi siete sentiti con suo figlio? “Si, io gli ho detto che è stata una giornata meravigliosa e lui mi ha detto ‘grazie papà’”.

Ora correrà nella 24 ore di Le Mans

E ora cosa farà suo figlio? “Valentino rimane un pilota a tutti gli effetti. Dall’anno prossimo comincerà a correre in macchina”. In Formula 1? “No, nella 24 di Le Mans, con macchine da Gran Turismo, vuole fare questa campionato molto importante”. Ieri a Misano per Valentino Rossi è stato un trionfo, un tripudio, una grande Festa. Con l’esibizione delle Frecce tricolori,  il premio di Ambasciatore del made in Italy e la marea gialla di fan. La  gara è stata un piccolo dettaglio.

La maxi festa a Misano con la marea gialla

Dopo aver tagliato il traguardo è iniziata la festa. Il campione nato a Tavullia è stato circondato da meccanici, amici e colleghi, particolarmente emozionanti gli abbracci con il fratello Luca e con Bagnaia, uno dei suoi pupilli cresciuto nella sua Accademy. E poi c’è stato il saluto alla sua ‘marea gialla’. Il popolo che lo ha accompagnato per tutta la carriera e in ogni angolo del mondo. E per finire il “dottore” ha lanciato il suo casco dedicato in curva.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *