Lorenzo Kocis La Russa eletto nel Municipo I a Milano: “Mi impegnerò per una movida più sicura”

giovedì 7 Ottobre 10:15 - di Davide Ventola
Lorenzo La Russa

Il Corriere della Sera li ha definiti i Maldini della politica. Tutti con la stessa maglia, quella della destra italiana: Msi, poi An, ora Fratelli d’Italia. Lorenzo La Russa, secondogenito di Ignazio, è stato infatti il più votato di Fratelli d’Italia per il Municipio 1 di Milano con 241 preferenze. 

Il nonno Antonino La Russa infatti è stato senatore del Movimento Sociale Italiano del dopoguerra. Il padre Ignazio La Russa è stato ministro della Difesa e attualmente è vicepresidente del Senato.

Figlio secondogenito di Ignazio – i due fratelli sono Geronimo e Leonardo Apache –  Lorenzo Kocis Luciano La Russa, 26 anni, è laureato in Giurisprudenza con una tesi sulla Legittima difesa. Attualmente lavora nel comitato promotore delle Olimpiadi invernali del 2026.

Lorenzo Kocis La Russa è il secondogenito di Ignazio

«Una famiglia prestata alla politica», ha sottolineato al Corriere il vicepresidente del Senato, evidenziando indirettamente le differenze con altre dinastie. «Nel senso che tutti noi La Russa veniamo comunque da una professione».

A Repubblica, Lorenzo si dice pronto a dare battaglia sui “suoi” temi: «Ora inizia il bello, che è anche una palestra politica e voglio fare le mie battaglie, per una movida più sicura alle Colonne di San Lorenzo, per avere alcuni parchi vigilati aperti anche la sera, per rivedere la mobilità della mia zona che è giusto sia sostenibile, ma nel rispetto anche di chi utilizza l’automobile». E sui rapporti con papà Ignazio, precisa: «Siamo d’accordo su tutto perché papà è anche lui un liberale. Ma il suo approccio a volte è ancora un po’ vecchio stile».

Ai La Russa, rimane l’appellativo di Maldini della politica, con un solo distinguo da parte di Lorenzo Cochis, che da interista sfegatato, anche questo secondo la tradizione di famiglia, ha avuto solo una precisazione da fare all’articolista del Corriere che lo aveva descritto esultante alla rete al debutto di Daniel Maldini (figlio di Aldo e nipote di Cesare). “Tutto vero, ma l’esultanza al goal del Milan, NO”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ARTICOLI CORRELATI