L’affluenza crolla al 54,69% nazionale. Il disastro delle grandi città: restano sotto il 50%

lunedì 4 Ottobre 17:56 - di Eleonora Guerra
affluenza

Il dato nazionale è del 54,69%. Dunque, questa tornata di amministrative si è chiusa con un crollo dell’affluenza, che nel 2016 era stata del 61,52%. Particolarmente male, poi, sono state le grandi città, rimaste tutte sotto la soglia del 50%, con l’unica eccezione di Bologna, che la supera per un soffio: ha votato il 51,17% degli aventi diritto.

Bologna supera di un soffio il 50%, Torino mai così male

Anche Bologna, comunque, registra una caduta verticale dei votanti: sono stati l’8% in meno rispetto alla precedente tornata, quando alle urne si erano recato il 59,66% dei cittadini che potevano farlo. Mai così pochi nella storia della città, poi, sono i cittadini che hanno votato a Torino, dove questa tornata è stata la prima in assoluto in cui non si è raggiunta la soglia del 50%. Alle urne, infatti, è andato il 48,06% degli aventi diritto. Alla chiusura delle urne per il primo turno del 2016 aveva votato, invece, il 57,18%. Particolarmente bassa l’affluenza nelle Circoscrizioni che raggruppano le zone più periferiche del capoluogo piemontese, nella 5 ha, infatti, votato il 43,44%, nella 6 il 42,89%. L’affluenza più alta nella Circoscrizione 1 con il 51,43%. Seguono la Circoscrizione 7 con il 47,79%, la 2 con il 48,08%, la 3 con il 49,13%, la 8 con il 50,67%, la 4 con il 50,70%.

Il crollo dell’affluenza in tutte le grandi città

Anche a Roma il crollo dell’affluenza è quantificato nell’8% degli aventi diritto. Alle urne si è recato il 48,83% degli elettori contro il 57,03% della tornata precedente. Ha perso il 7% degli elettori, rispetto al 2016, anche Napoli, dove stavolta ha votato il 47,19% degli aventi diritto, contro il 54,12% del 2016. Sette punti di affluenza persi anche a Milano, dove le urne si sono chiuse con la partecipazione del 47,69% degli aventi diritto a fronte del 54,65% di cinque anni fa, e a Trieste, dove si è passati dal 53,45% del 2016 al 46,3% di oggi. Praticamente invariata, invece, l’affluenza in Calabria, che, pur bassa in assoluto, si è attestata al 44,36% contro il 44,33% precedente.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *