La sinistra al delirio contro FdI anche in Europa, Fitto: “Uso vergognoso delle istituzioni Ue”

giovedì 14 Ottobre 15:36 - di Gabriele Alberti
FdI

Vergnoso uso delle istituzioni europee per delegittimare FdI. Lo denuncia il copresidente del gruppo Ecr Raffaele Fitto. La sinistra è disposta a tutto per proseguire nella campagna d’odio contro Giorgia Meloni e il primo partito d’Italia. La trance agonistica della sinistra contro la destra  travalica ora i confini. E’ molto grave “che i fatti avvenuti a Roma sabato scorso, con l’assalto alla sede della Cgil da parte di un manipolo di dimostranti guidati da esponenti di Forza Nuova, approdino a Strasburgo”. Accade l’inverosimile. Alla seduta plenaria del Parlamento Europeo,  la Conferenza dei presidenti dei gruppi politici a Bruxelles ha deciso l’ordine della prossima settimana. Quale sarà il tema? Lo racconta Fitto.

Fitto ( FdI -Ecr): surreale dibattuto in Europa sull’estremismo di destra

“I gruppi di sinistra -afferma Raffaele Fitto, di Fratelli – hanno preteso e ottenuto l’inserimento in agenda di un surreale dibattito sull’estremismo di destra in Europa, alla luce dei recenti fatti di Roma”. Da non credere. Servono a questo le istituzioni europee? “Giorgia Meloni – continua Fitto – ha ribadito in più occasioni la condanna di ogni violenza e la distanza siderale che ci separa da formazioni come Forza Nuova: la ribadiremo in aula anche mercoledì prossimo. Ciò che non è accettabile è che le sinistre tentino di portare a livello europeo la vergognosa campagna di odio e di disinformazione che stanno conducendo a livello nazionale. Tentando di delegittimare il primo partito d’Italia e la principale forza d’opposizione associandolo a violenze e disordini che invece il loro ministro dell’Interno avrebbe potuto e dovuto evitare”.

La sinistra  a un uso ideologico delle istituzioni Ue

L’uso strumentale delle istituzioni europee  promosso dalle sinistre è indecoroso, oltreché surreale. La sinistra non si ferma più, tenta tutte le vie per non parlare più di politica e buttare la partita sullo scontro fascismo-antifascismo; in una grottesca riproposizione degli Anni di Piombo. In Europ si dovrebbe dibattere di lavoro, di ripresa, di temi cruciali, invece i grandi temi sono risucchiati nell’anacronismo. C’è però almeno un punto che non si potrà negare in questo dibattitpo promosso dai gruppi della sinistra europea: “Sì – spiega Fitto – perché  c’è almeno un aspetto positivo in questa scriteriata iniziativa: è che anche in Europa si potranno evidenziare le gravissime responsabilità di Luciana Lamorgese”. Rimane però l’amarezza – conclude – per l’ennesimo episodio di utilizzo strumentale delle istituzioni europee“. Senza vergogna.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *