I ricoveri tornano a salire. L’Oms «raccomanda» la vaccinazione congiunta Covid e anti-influenzale

11 Ott 2021 20:26 - di Redazione
covid ricoveri

Sono 1.516 i nuovi contagi da Covid registrati in Italia nelle ultime 24 ore. Ieri erano stati 2.278. I decessi sono stati 34, a fronte dei 27 di ieri. Arriva così a 131.335 il totale delle vittime da inizio emergenza. Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 114.776 tamponi, con un tasso positività di 1,32%. Ieri era allo 0,8%. Oggi, inoltre, si registra un aumento dei ricoveri per Covid. Intanto è arrivato il via libera dell’Oms alla somministrazione del vaccino anti-Covid insieme a quella del vaccino anti-influenzale, «raccomandata» per alcune categorie.

I ricoveri da Covid tornano a salire

In aumento le persone ricoverate in ospedale con sintomi, che sono 2.688 a fronte dei 2.651 di ieri, quindi con un aumento di 37 pazienti nelle ultime 24 ore. Aumentano anche i ricoverati in terapia intensiva che oggi sono 374, vale a dire 10 in più rispetto a ieri, con 18 ingressi nelle ultime 24 ore. Gli attualmente positivi sono 84.106, ovvero 702 in meno di ieri. I guariti dell’ultima giornata sono stati 2.184, che portano il totale delle persone che hanno superato la malattia a 4.486.391 da inizio pandemia.

L’Oms: «La co-somministrazione massimizzerà entrambi i vaccini»

Intanto oggi è arrivato il via libera del comitato di esperti dell’Organizzazione mondiale della sanità sulle vaccinazioni (Sage) alla somministrazione combinata dei vaccini anti-Covid e anti-influenzale, espressamente raccomandata per alcune categorie. «Evidenze, pur limitate sulla co-somministrazione di vaccini influenzali stagionali inattivati ​​con vaccini Covid-19, non hanno mostrato un aumento degli eventi avversi», ha spiegato il Sage dopo l’ultima riunione. E «poiché le fasce d’età adulta alle quali tradizionalmente si raccomanda la vaccinazione contro l’influenza stagionale sono anche a rischio di sviluppare Covid grave», per il Sage «la somministrazione contemporanea di un vaccino antinfluenzale inattivato e di qualsiasi vaccino Covid-19 autorizzato dall’Oms per l’uso di emergenza è accettabile e massimizzerà l’assorbimento di entrambi i vaccini».

Ecco le categorie per le quali è raccomandata

Il Sage raccomanda dunque a tutti i Paesi di avviare programmi di immunizzazione contro l’influenza, indicando come gruppi target «operatori sanitari, malati cronici, anziani e donne in gravidanza», ed eventualmente «ulteriori sottopopolazioni come bambini e persone ad alto rischio di influenza grave, che vivono in contesti comunitari come carceri, strutture di assistenza a lungo termine, campi per profughi o richiedenti asilo, case famiglia».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA