Lo “spider man” francese scala un grattacielo per protestare contro il green pass (video)

giovedì 9 Settembre 18:05 - di Federica Argento
"spider man" francese

Alain Robert, ribattezzato lo “spider-man” francese ha scalato a mani nude un grattacielo de La Défense, il quartiere degli affari alle porte di Parigi. Un gesto eclatante  per manifestare la sua opposizione al pass sanitario voluto dal presidente Emmanuel Macron per contrastare il coronavirus. In Francia il green pass obbligatorio sta scatenando ondate di protesta. Ma per arrivare a valicare un grattacielo per un quasi sessantenne ci vuole fegato. Un’ora di ascensione, senza equipaggiamento, se non dei semplici ‘straps’ intorno alle dita. Ora nonostante la pergormance da applausi l’uomo-ragno francese si trova  in stato di fermo per “messa in pericolo della vita altrui.

Lo “spider man” francere voleva rendere omaggio anche a Belmondo

Le ragioni che lo hanno spinto a compiere questa nuova impresa sono due: da una parte sottolineare la propria contrarierà al pass sanitario che tant sta dividendo in tutti i governi; dall’altra rendere omaggio a Jean-Paul Belmondo, icona del cinema mondiale e acrobata appassionato, scomparso due giorni fa. “Il pass sanitario è un attacco alle libertà fondamentali delle persone, è una vergogna”, ha spiegato Robert prima della partenza. Il 59enne, solitamente scalatore solitario, è stato accompagnato per la prima volta da tre giovani di 21, 28 e 33 anni, che si sono detti “onorati” di unirsi a una leggenda della disciplina. Alain Robert è diventato famoso per aver scalato più di cento grattacieli e altri monumenti urbani, a mani nude, di solito senza assicurazione e soprattutto senza autorizzazione.

La Francia mobilitata contro il green pass

In Francia c’è una protesta capillare contro l’obbligo del Green pass. Mobilitete circa 200 città. En tale contesto è tornato a far parlare di sé Alain Robert, che ha iniziato a scalare per l’undicesima volta il grattacielo (tower) Total Coupole, alto 187 metri, nel quartiere di La Défense (Hauts-de-Seine) di Parigi. Da sotto molti parigini con naso all’insù per filmare la singolare performance.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *