Centinaia di classi in quarantena in tutta Italia. La paura dei presidi: “Non sappiamo quale sarà l’evoluzione”

venerdì 17 Settembre 8:31 - di Luisa Perri
classi quarantena

A pochi giorni dall’inizio delle lezioni in presenza, sono centinaia le classi in quarantena in tutta Italia. Ne dè notizia la rivista Orizzonte Scuola che riferisce del ritorno alla dad in diversi istituti scolastici della penisola osservando che «le rassicurazioni del ministro dell’istruzione sul ritorno tutti in presenza si sono subito sciolte come neve al sole».

Numeri confermati al Messaggero da Mario Rusconi, presidente dell’Associazione nazionale presidi di Roma. «Al momento in tutta Italia sono qualche centinaia le classi in quarantena su un totale di 400mila. A Roma poche decine. Non sappiamo quale sarà l’evoluzione perché ci sono ben dodicimila classi con un numero di oltre 25 studenti. È pensabile che qui possa esserci una maggiore diffusione del virus, pur indossando le mascherine».

Classi in quarantena, il triste ritorno alla Dad

La scuola non è iniziata neanche da una settimana è già si contano quindi già un centinaio di classi costrette a rimanere a casa. Si torna dunque a quella dad che il ministro Bianchi e il governo avevano detto fosse ormai alle spalle. La triste realtà sta emergendo anche grazie agli screening negli istituti “sentinella” caldeggiati dall’Anief.

«Bisognava confermare il distanziamento minimo tra gli alunni –  Marcello Pacifico, presidente del sindacato rappresentativo – , poiché il vaccino anti Covid19 non scherma dai contagi. Inoltre mascherina e vaccinazione di un quinto delle persone che staziona a scuola per ore, tra alunni, insegnanti e personale, non possono fornire certezze. Ancora meno il Green Pass, contro il quale il nostro sindacato ha presentato ricorso, che è anche illegittimo e discriminante».

Caos Green Pass: nelle scuole dell’infanzia difficile controllare i genitori

Per controllare il green pass in entrata e in uscita, occorrono 2,7 milioni di controlli al giorno nelle 13.234 sedi delle scuole statali dell’infanzia e nelle 8.590 scuole paritarie (comunali e private). In classe sono circa 850mila i bambini che frequentano la scuola statale, 480mila nelle scuole dell’infanzia paritarie. E senza controllo del green pass non si può accedere agli edifici. Il calcolo è dell’Associazione nazionale presidi che ha chiesto di organizzare l’accoglienza all’esterno dove possibile.

«Nella maggior parte delle scuole dell’infanzia – spiega al Sole 24 ore la dirigente di alcune scuole dell’infanzia di Roma nord – si controllano i pass degli insegnanti, ma non quelli dei genitori perchè mancano le modalità operative per effettuarli. L’accoglienza si fa in giardino. Il problema è che, per esempio, mercoledì a Roma è prevista pioggia e ci si domanda già cosa fare».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *