Bufera sul candidato sindaco Pd a Battipaglia: “Reddito di cittadinanza? Meglio la bustina di droga” (video)

mercoledì 29 Settembre 15:15 - di Guido Liberati
Antonio Visconti

È bufera su Antonio Visconti, candidato sindaco del Pd e di tutto il centrosinistra, alle elezioni comunali a Battipaglia, in provincia di Salerno, dopo la sua frase choc su droga e reddito di cittadinanza.

Nel corso di un incontro organizzato nell’Istituto superiore Ferrari del Comune in provincia di Salerno, a proposito del reddito di cittadinanza, il candidato dem, alla fine di un lungo ragionamento, ha pronunciato una frase che ha fatto sobbalzare sulla sedia quanti stavano seguendo sull’emittente Sud Tv in diretta, il dibattito: «È meglio che gli diamo una bustina di droga al ragazzo». Una provocazione che ha scatenato un fuoco di fila di attacchi. A cominciare ovviamente dal sindaco di Battipaglia, in carica, Enrico Farina, eletto proprio nel M5s. Mentre il deputato grillino Angelo Tofalo ha chiesto che, per queste parole, Visconti rinunci immediatamente alla candidatura a sindaco. 


Visconti: “Paragone infelice tra droga e reddito di cittadinanza, ma il rdc è una rovina”

 
Visconti ha risposto in queste ore con un lungo post su Facebook, lamentando che le sue frasi siano state estrapolate da un discorso più ampio.
«Appare assolutamente fazioso e assurdo che le mie parole passino come un incitamento all’uso di droghe, piuttosto se si ascolta l’intero video si può capire come l’invito ai ragazzi sia verso la specializzazione professionale, la creazione di competenze, l’impegno per la costruzione del proprio futuro.
Purtroppo il reddito di cittadinanza non ha dato i risultati sperati in termini di creazione di posti di lavoro. È giusto e sacrosanto che lo Stato e le istituzioni si facciano carico di condizioni di disagio e di difficoltà, che vanno aiutate e supportate.
Tuttavia è parimenti evidente la crisi che tale modello ha creato soprattutto nel reperimento di lavoratori stagionali o verso il primo impiego che, storicamente, richiede più sacrifici che ricompense.
Mi scuso inoltre con le famiglie e i tanti che combattono il dramma della tossicodipendenza, sono solidale e vicino al loro dolore e alla lotta impari che sostengono ogni giorno, ha usato un esempio infelice. Perché è in gioco il futuro dei figli, dei nostri figli.
Nell’invitare a vedere il video per intero e stigmatizzando qualsiasi uso di droghe, ci auspichiamo che la campagna elettorale possa affrontare i temi che stanno davvero a cuore ai cittadini, evitando inutili quanto pretestuose polemiche».
 
Ecco il video integrale del dibattito 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *