A 21 anni provoca un incidente lieve e scappa, quando i carabinieri lo trovano si uccide col fucile

martedì 7 Settembre 19:51 - di Eleonora Guerra
incidente scappa

Un ragazzo di 21 anni si è ucciso con un colpo di fucile da caccia al volto, dopo aver provocato un incidente dal quale era scappato. Il dramma si è consumato quando i carabinieri lo hanno rintracciato a casa: con la scusa di prendere i documenti, il ragazzo si è allontanato e si è ucciso con l’arma detenuta legalmente. Nell’incidente, che ha coinvolto la sua auto e quella di una ragazza, non c’erano stati feriti.

Il 21enne scappa dall’incidente e si uccide

È successo a Sant’Angelo in Vado, in provincia di Pesaro-Urbino. I carabinieri erano intervenuti sul luogo dell’incidente lungo la statale Pedemontana, nel comune di Lunano. Dopo aver verificato che nessuno aveva bisogno di cure mediche e aver svolto gli accertamenti del caso, si sono quindi messi sulle tracce dell’auto fuggita, della quale la ragazza dell’altra macchina aveva preso la targa.

La procura ha aperto un fascicolo

Gli uomini dell’arma sono quindi arrivati a casa del 21enne, originario della zona, che lì viveva da solo. Al momento del controllo il ragazzo si è allontanato con la scusa di andare a prendere i documenti. In realtà, ha preso il fucile e si è sparato. La procura ha aperto un’inchiesta sul caso, del  quale, allo stato attuale, restano oscuri sia il motivo della fuga del ragazzo, un operaio descritto dai vicini come persona premurosa e seria, sia quelli del gesto disperato compiuto alla vista dei carabinieri.

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *