Tentato femminicidio a Palermo: gli amici della vittima picchiano a sangue l’aggressore

lunedì 2 Agosto 11:49 - di Emanuele Valci
palermo

È stato arrestato l’uomo di 49 anni che ha sparato alla sua ex e al cugino della donna, intervenuto in soccorso della vittima, nel quartiere Falsomiele a Palermo. La sparatoria è avvenuta in un residence in via dell’Airone. Subito dopo l’uomo è stato bloccato dai vicini di casa e dagli amici della vittima che lo hanno picchiato a sangue. I poliziotti lo hanno trovato riverso a terra e privo di sensi. Adesso si trova piantonato all’ospedale Civico in prognosi riservata. La donna e il cugino, invece, sono stati trasferiti al Policlinico. Entrambi hanno ferite alle gambe, ma le loro condizioni non sarebbero gravi.

Palermo, in aeroporto con 19mila euro

Nella stessa giornata un altro fatto di cronaca. I finanzieri della Compagnia di Palermo – Punta Raisi, hanno fermato un cittadino di origini italiane. Proveniva dagli Stati Uniti. Durante i controlli, gli uomini in divisa hanno chiesto chiarimenti sul possesso di denaro o valori. Avevano un ammontare pari o superiore ai 10.000 euro. L’uomo ha riferito di avere con sé una somma inferiore rispetto alla franchigia autorizzata in assenza di dichiarazione doganale. I finanzieri e i funzionari doganali hanno però ispezionato i bagagli. E hanno trovato circa 19mila euro suddivisi in banconote di grosso taglio.

Per continuare a leggere l'articolo sostienici oppure accedi

Sostienici

In evidenza

News dalla politica