Reddito di cittadinanza, Meloni: «È uno schiaffo agli italiani onesti e a chi si rimbocca le maniche»

giovedì 26 Agosto 11:58 - di Liliana Giobbi
reddito di cittadinanza

Il Reddito di cittadinanza costa miliardi di euro agli italiani. E troppe volte quei soldi finiscono nelle tasche sbagliate. Per di più, diventa una forma di assistenzialismo cronico, perché non sfocia nel lavoro. Anzi, in tanti non accettano il lavoro perché è comodo ricevere l’assegno seduti sul divano. O. peggio ancora, riceverlo mentre si lavora in nero o si agisce nella criminalità. Dagli arresti di persone legate alla mafia fino agli stranieri che non ne avevano diritto: una vergogna infinita. Le forze politiche si confrontano, bisogna modificare o cancellare. Solo i grillini fanno le barricate, si ostinano a difenderlo, le “bandierine” non si toccano.

Giorgia Meloni contro il reddito di cittadinanza

«Reddito di cittadinanza, uno scandalo dopo l’altro», lo scrive Giorgia Meloni su fb. «A Bologna, i Carabinieri hanno scovato diversi cittadini stranieri che lo percepivano indebitamente. Dei veri e propri “viaggi d’affari” che partivano dalla Romania fino all’Italia con l’obiettivo di intascare il sussidio. Questa assurda misura – oltre ad essere dannosa – rappresenta uno schiaffo agli italiani onesti e un insulto a tutti i cittadini che quotidianamente si rimboccano le maniche per ripartire. Quante imprese e attività avremmo potuto aiutare con quelle risorse?».

L’affondo di Lollobrigida

Gli ultimi fatti di cronaca lo provano. «Oltre 100 persone denunciate per indebita percezione del reddito di cittadinanza e 300mila euro ottenuti senza averne diritto. I furbetti del Reddito di cittadinanza, in larghissima maggioranza rumeni, viaggiavano su auto di grossa cilindrata. Non avevano la residenza in Italia da dieci anni o non avevano mai vissuto nella nostra Nazione». Lo afferma Francesco Lollobrigida, capogruppo di FdI alla Camera. «L’ennesima operazione che mostra tutte le lacune di questa misura che non crea lavoro. E troppo spesso finisce nelle tasche sbagliate».

«È un provvedimento che va abolito»

«Non basta più dichiararsi contrari a questo provvedimento o affermare di volerlo cambiare. Da tempo», ricorda, «Fratelli d’Italia denuncia che non è più accettabile leggere simili fatti di cronaca. Oppure sentire dagli imprenditori che in troppi preferiscono non lavorare per continuare a percepire l’assegno. Il Reddito di cittadinanza va immediatamente abolito».

Per continuare a leggere l'articolo sostienici oppure accedi

Sostienici

In evidenza

News dalla politica

Array ( [0] => ppm-bundle )
Array ( [0] => jquery [1] => paypal-ipnpublic-bn [2] => jquery-easy-ticker [3] => super-rss-reader [4] => wc-add-to-cart [5] => woocommerce [6] => wc-cart-fragments [7] => advanced-invisible-antispam [8] => bootstrap [9] => main [10] => wp-embed )