Nazar Mohammad come Fabrizio Quattrocchi: sfida i suoi assassini Talebani con lo sguardo (video)

giovedì 26 Agosto 15:19 - di Robert Perdicchi

Ricordate Fabrizio Quattrocchi che prima di morire, con il sorriso della dignità e il coraggio del giusto, sfidava i suoi assassini terroristi con lo sguardo, ricordandogli come “sa morire un italiano”? La vicenda dell’artista e comico afghano, Nazar Mohammad, giustiziato dalla furia talebana dopo l’inizio delle operazioni di ritiro delle forze Nato, ci ha ricordato proprio lui, il nostro bodyguard italiano, tanto disprezzato dalla sinistra e tanto amato dagli italiano, morto in Iraq per mano dei terroristi che si richiamano alla stessa folle ideologia religiosa dei Talebani. Il comico Nazar Mohammed, in arte Khasha Zwan, che aveva sfidato il fondamentalisti con la satira e la comicità mettendoli alla berlina, si è ritrovato a essere il primo bersaglio dei Talebani al ritorno al potere. Come si vede nel video, Nazar Nazar Mohammad, arrestato, continua a prendersi gioco dei suoi aguzzini e sorride loro con coraggio e dignità mentre viene portato al patibolo da due grossi talebani armati di armi da fuoco nella città di Kandahar, in Afghanistan. Un’esecuzione avvenuta “per vendetta”, che fa disonore a chi l’ha compiuta e rende giustizia alla dignità di un comico che ha fatto più danni da solo che tanti chiacchieroni di politica che in queste ore pontificano sull’Afghanistan.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *