La figuraccia della Morani, fuga dalla Festa della Lega: «Ho un impegno, la mia presenza inopportuna»

lunedì 2 Agosto 11:18 - di Fortunata Cerri
Morani

Figuraccia della dem Alessia Morani. Era stata invitata a un convegno sull’immigrazione a Milano Marittima, organizzato dalla Festa della Lega. Ma lei ha dato forfait. «Avevo già disdetto la mia presenza a causa delle votazioni in programma alla Camera sulla riforma della giustizia ma  leggendo le dichiarazioni di Salvini la mia partecipazione sarebbe stata inopportuna». Poi ha precisato.  «Come sa perfettamente il segretario romagnolo della Lega, la mia mancata partecipazione alla festa è dovuta alla necessità di stare in aula per il voto sulla pregiudiziale sulla riforma del processo penale. A proposito di sostegno al governo Draghi, noi saremo in Aula, altri magari sono a una festa».

Morani contro Salvini

Poi l’attacco. «Visto come si sono comportati in commissione dove hanno provato a far saltare la riforma della Cartabia, il fatto che molti di loro domani  (ndr: domenica) non siano in Aula è molto grave». A proposito di quanto dichiarato da Matteo Salvini sul segretario Pd Enrico Letta, infine, «sono non solo sgradevoli ma anche grandemente inopportune».

La replica della Lega

La replica del segretario della Lega Romagna Jacopo Morrone non si è fatta attendere. «Spiace per le polemiche del Pd: avremmo accolto con piacere l’onorevole Alessia Morani e speriamo che ci sia qualche altro esponente di sinistra pronto a confrontarsi sull’immigrazione. Non vorremmo che Letta passasse dal fare il palo a Conte a uomo in fuga».

Lo scontro Salvini-Letta

Nei giorni scorsi era scoppiata l’ennesima polemica distanza tra Matteo Salvini ed Enrico Letta. Il leader della Lega in un’intervista, aveva parlato di Giuseppe Conte e Letta. Dure le sue parole.  Il segretario del Pd aveva replicato con un tweet: «Salvini: ‘…e Letta fa da palo’. Sì, il linguaggio col quale probabilmente sei abituato a parlare con i tuoi consiglieri facili di #pistola, Adriatici a Voghera o Aronica a Licata».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *