Ispezione di FdI ai cantieri dello scempio di via Nazionale. Lo staff della Raggi chiede di multarli

giovedì 12 Agosto 8:42 - di Carlo Marini
Mollicone, via Nazionale cantieri (1)

Una delegazione di Fratelli d’Italia ha eseguito un sopralluogo presso i cantieri per la ripavimentazione di Via Nazionale a Roma. La giunta Raggi (sostenuta dal Municipio retto dal Pd) ha infatti disposto in maniera sciagurata di smantellare i tradizionali sanpietrini di porfido rosso: uno scempio che FdI ieri ha denunciato.

La delegazione di FdI era formata dal deputato Federico Mollicone, dal capogruppo in Campidoglio Andrea De Priamo e dal capogruppo presso il I Municipio Stefano Tozzi. «Denunciamo questo scempio a un monumento nazionale» ha detto il deputato Mollicone. «La Raggi nel centenario del Milite Ignoto sta rimuovendo la pavimentazione in porfido rosso, unica al mondo». «Il PD nel I Municipio è complice di questo scempio, frutto della mentalità scellerata non solo della Raggi ma anche del centrosinistra» ha detto Stefano Tozzi. “I sanpietrini possono essere oggetto di una manutenzione, ma non devono essere smantellati” ha aggiunto Andrea De Priamo, “la Raggi se ne va lasciando una ferita per la città”

Il “Piano Sanpietrini”, secondo l’assessore Linda Meleo, sarebbe invece “un tavolo mai fatto prima e che ha visto seduti insieme Comune, sovrintendenze di stato e capitolina, tecnici, esperti e tanti altri enti”. Una delle tante iniziative fallimentari della Giunta Raggi, presentate invece come mirabolanti imprese.

Il Dipartimento del Comune: “Un blitz non previsto, vanno multati”

Insomma, la giunta 5 Stelle rivendica un’opera inutile e fuori tempo massimo. Infatti, su via Nazionale è previsto il tram, si dovrà quindi sfasciare tutto e rifare fra qualche anno. In questo sfacelo, il Campidoglio replica che «l’ingresso nell’area lavori è avvenuto violando le norme in tema di sicurezza, compreso il mancato utilizzo dei necessari dispositivi di protezione individuale». Lo rende noto il dipartimento Simu di Roma Capitale. «Gli uffici sono stati attivati al fine di provvedere alle eventuali sanzioni e denunce del caso per violazione di area di cantiere», aggiunge il dipartimento.

Mollicone: “Su via Nazionale 4 milioni sprecati”

«Il comunicato del Dipartimento è assolutamente irricevibile. Abbiamo effettuato il sopralluogo in qualità di esponenti politici eletti con facoltà di sindacato ispettivo, con De Priamo, capogruppo di FdI in Assemblea Capitolina, e Tozzi, capogruppo nel Primo Municipio, tanto più a fronte della spesa di denaro pubblico pari a 4 milioni e 300 mila euro. Non vorremmo che Raggi avesse qualcosa da nascondere. Ci siamo, inoltre, presentati al custode del cantiere qualificandoci. L’iniziativa è stata meramente simbolica, durata pochi minuti: abbiamo verificato la rimozione dei sampietrini in porfido rosso e presenteremo atti di sindacato ispettivo a livello municipale, comunale e parlamentare». Così il capogruppo di FdI in commissione Cultura, deputato Federico Mollicone.

FdI: “Forse Raggi ha qualcosa da nascondere”

«Respingiamo qualsiasi genere di accusa – continua – abbiamo semplicemente svolto le nostre funzioni di rappresentanti eletti che, da sempre, seguono questi temi. Sorprende che l’amministrazione comunale finga di non conoscere le regole base della pubblica amministrazione e non vorremmo che qualcuno pensasse che l’amministrazione pubblica sia proprietà privata. A ottobre finirà questo sfacelo. L’area del cantiere che abbiamo visitato era un semplice deposito, con nessuna macchina in funzione, dei sampietrini rimossi».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica

Array ( [0] => ppm-bundle )
Array ( [0] => jquery [1] => paypal-ipnpublic-bn [2] => jquery-easy-ticker [3] => super-rss-reader [4] => wc-add-to-cart [5] => woocommerce [6] => wc-cart-fragments [7] => advanced-invisible-antispam [8] => bootstrap [9] => main [10] => wp-embed )