Gli attacchi del Pd alla Meloni hanno superato il limite della decenza. FdI: «Siete spudorati e ipocriti»

venerdì 13 Agosto 10:12 - di Liliana Giobbi
attacchi del Pd alla Meloni

Inaccettabili attacchi del Pd a Giorgia Meloni. Chiusi nel fallimento della loro azione, i dem non trovano di meglio che insultare la leader di Fdi: Non riescono a indovinarne una, hanno gettato il Paese nel disastro. E trovano pure il coraggio di inveire. Paventano che la Meloni non abbia proposte alternartive al green pass. E Ascani è in prima linea a sparare bordate inutili. «Le sfugge qualcosa?», chiede ironicamente Andrea Dalmazio. «Non è una notizia, anzi nessuno ha mai dubitato che ad Ascani sfugga “più” di qualcosa. Ciò che interessa agli italiani è, invece, che al Governo dei migliori sfugga che il green pass si stia rilevando una micidiale misura economicida. Una misura contro quelle medesime attività che furono flagellate dalle chiusure per decreto». Lo dichiara Andrea Delmastro, deputato di Fratelli d’Italia.

Gli attacchi del Pd alla Meloni e il governo dei sedicenti migliori

«Surreale pensare che il Governo dei sedicenti migliori assomigli sempre più ad Ascani. Sfugge infatti al governo, come ad Ascani, più di qualcosa. Per esempio che servono investimenti su scuola, assistenza domiciliare e trasporto pubblico per ripartire a settembre».

Il Pd non riesce neppure a vergognarsi

«Gi attacchi del Pd a Giorgia Meloni hanno superato il limite della decenza». È quanto sottolinea il capodelegazione di Fdi-Ecr al Parlamento europeo, Carlo Fidanza. «Dicono che il green pass ha consentito di riaprire attività che altrimenti non avrebbero aperto. Ma omettono di dire che lo scorso anno, senza vaccini e con i protocolli di sicurezza, le stesse attività erano apertissime. Sono talmente spudorati da citare a supporto del green pass addirittura le discoteche, a cui non hanno consentito di riaprire proponendo ristori ridicoli».

Contro la Meloni sono coloro che hanno fallito

In più «Affermano con granitica certezza anti-scientifica che il green pass a seguito di vaccino preserva dal contagio. E si schierano contro i tamponi gratuiti, rischiando di causare proprio un aumento dei contagi. Danno la caccia a qualche prof non ancora vaccinato ma non fanno nulla per riaprire le scuole in presenza e in sicurezza. Sono gli stessi che ci dicevano che bisognava chiudere a ottobre per riaprire a novembre. Poi chiudere a novembre per tenere aperto a Natale, E ancora, chiudere a Natale per riaprire a Capodanno. Chiudere a gennaio per riaprire a Carnevale. E ogni volta che hanno fallito».

Posizioni strumentali e ideologiche

«Il Pd attacca Giorgia Meloni difendendo a spada tratta il green pass, sottolinea Wanda Ferro (FdI). Una presa di posizione ancora una volta solo strumentale e ideologica. Il Pd, piuttosto che attaccare il presidente di Fratelli d’Italia, si assuma le sue responsabilità. E pensi finalmente a cittadini e operatori economici condannati alla morte civile».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica