Gasparri: «Draghi, sveglia. Non votiamo la fiducia al Governo per riempire il Paese di clandestini»

lunedì 9 Agosto 9:00 - di Paolo Sturaro
Gasparri

«Vorrei invitare il presidente Draghi a una riflessione sui gravissimi fatti di Trapani e Pozzallo. Hanno consentito a dei provocatori di presunte Ong di sbarcare in Italia centinaia di clandestini volutamente imbarcati nel Mediterraneo. E su quanto è avvenuto a Marotta di Mondolfo nei pressi di Fano. Sono due situazioni diverse». Ad affermarlo è il senatore di Forza Italia, Maurizio Gasparri. «Da un lato, però, c’è la resa totale dello Stato e del governo». Peraltro, un governo «che noi appoggiamo ma non certo per riempire l’Italia di clandestini. Dall’altro c’è stata una rissa oscena tra senegalesi e albanesi nei pressi di una discoteca».

Gasparri e la violenta rissa tra senegalesi e albanesi

La rissa tra senegalesi e albanesi «ha visto dei carabinieri violentemente aggrediti perché intervenuti. Ovviamente erano in scarso numero. E non erasno certo preparati a quella scena di vera e propria guerriglia che si è vissuta davanti alla discoteca».  La verità è sotto gli occhi di tutti: «L’immigrazione dilaga». Inoltre, la droga circola troppo facilmente dentro e intorno a certi locali. A tutto ciò bisogna aggiungere la «comunità di stranieri che si scannano tra di loro».

«Dare fiducia alle forze di polizia»

Si registra una «perdita di autorevolezza delle forze dell’ordine». Questo, incalza Gasparri, «a causa di tanti e troppi processi fatti ad esponenti delle forze di polizia intervenuti per ordine pubblico. Bisogna dare fiducia alle forze di polizia. Occorre impedire i processi contro il popolo in divisa che interviene per tutelare la sicurezza dei cittadini Inoltre è certamente necessario avere organici più ricchi e una preparazione del personale più adeguata».

Gasparri: bloccare l’invasione di stranieri

«Infine bisogna bloccare l’invasione di stranieri che ha conosciuto a Trapani e a Pozzallo altre due pagine di vergogna. Pagine di cui Draghi si deve assumere la personale responsabilità. Non votiamo la fiducia al governo per riempire l’Italia di clandestini che poi finiscono anche per alimentare il disordine pubblico nelle nostre regioni».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *