Ucraina-Inghilterra, la Uefa annulla i biglietti venduti per la partitissima all’Olimpico

giovedì 1 Luglio 19:49 - di Eugenio Battisti

Stop ai biglietti per Roma venduti nel Regno Unito per i quarti di finale degli europei. In occasione dell’incontro Ucraina-Inghilterra previsto per il prossimo 3 luglio allo Stadio Olimpico, l’Uefa ha accolto le richieste italiane. Niente trasferte in massa dei tifosi inglesi.

Ucraina-Inghilterra, l’Uefa blocca i biglietti venduti

Il Dipartimento della Pubblica Sicurezza ha disposto rigorosi controlli per verificare il puntale rispetto del provvedimento emesso dalla Uefa. La diffusione  della variante Delta in Gran Bretagna ha fatto scattare l’allarme rosso e la Uefa ha deciso di passare all’azione. Lo “spauracchio” del periodo obbligatorio di quarantena al momento dell’arrivo in Italia non è stato sufficiente. E  si è così passati ad un provvedimento coercitivo.

Variante Delta, stop all’arrivo in massa dal Regno Unito

La decisione è arrivata dopo un accordo col Dipartimento di pubblica sicurezza del nostro Paese. E  ha portato al “blocco inderogabile della vendita e della trasferibilità dei biglietti entro le ore 21 di giovedì”. E all’annullamento dei tagliandi venduti ai residenti nel Regno Unito a partire dalla mezzanotte del 28 giugno. Saranno inoltre predisposti controlli molto serrati per impedire che qualcuno possa cercare di aggirare le norme predisposte. Secondo quanto riporta Il Corriere della Sera, alle compagnie aeree è stata inviata  una nota in cui viene fatto espressamente divieto di imbarcare tifosi stranieri diretti allo stadio Olimpico di Roma per la partita di sabato.

I turisti dovranno compilare il Passenger Locator Form

Al momento dell’imbarco, gli stranieri diretti nella Capitale dovranno compilare una autodichiarazione,  il “Passenger Locator Form”. Nella quale specificano il motivo del loro arrivo. Dovranno quindi assicurare di non essere venuti in Italia per assistere al match di calcio. Quanto dichiarato verrà poi successivamente controllato dalle forze dell’ordine.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica