Tragedia sul Monte Rosa, due donne morte assiderate: il tentativo disperato di salvarle

domenica 4 Luglio 10:32 - di Federica Argento
Tragedia Monte Rosa

Un’altra tragedia della montagna. In Valle d’Aosta due alpiniste piemontesi trentenni sono morte assiderate questa notte sul Monte Rosa. Le due donne, in compagnia di un terzo scalatore, si sono trovate in difficoltà, bloccate  per il  maltempo che le aveva sorprese a oltre 4.000 metri di quota. Proprio  sotto la vetta della Piramide Vincent. Da lì avevano chiamare i soccorsi. Un sorvolo dell’elicottero del Soccorso Alpino aveva individuato i tre alpinisti ma senza la possibilità di un recupero.

Tragedia sul Monte Rosa: la ricostruzione

Così è partita dal rifugio Mantova una squadra di guide alpine. Un tentativo disperato, a piedi. La squadra ha raggiunto i tre nella serata di sabato, verso le 21. Ma le condizioni delle due donne erano già molto gravi: una delle due è morta poco dopo l’arrivo dei soccorritori mentre. I soccorrritori hanno subito postato  la seconda al rifugio Mantova ma a nulla sono valsi i tentativi di rianimarla. Il terzo alpinista soccorso è ora in un ospedale svizzero.

Chi sono le due donne morte assiderate ad alta quota

Le due donne morte assiderate sono Martina Svilpo, di 29 anni, residente a Crevoladossola (Verbania), e Paola Viscardi, di 28 anni, residente a Trontano (Verbania). Con loro c’era anche Valerio Zonna, di 27 anni, di Pettenasco (Novara). Le due donne morte assiderate sono Martina Svilpo, di 29 anni, residente a Crevoladossola (Verbania); e Paola Viscardi, di 28 anni, residente a Trontano (Verbania). Con loro c’era anche Valerio Zonna, di 27 anni, di Pettenasco (Novara). Stando a quanto ricostruito i tre giovani erano partiti per l’ascensione della Piramide Vincent e hanno raggiunto la vetta nel pomeriggio, mentre stava iniziando la bufera.

Una giornata drammatica per la montagna

Le operazioni di recupero sono state estremamante difficoltose per via del maltempo. Altri tre alpinisti in difficoltà erano stati recuperati dal Soccorso Alpino a 3.900 metri lungo la traversata tra il Piccolo Gran Paradiso e il Gran Paradiso. Una giornata drammatica per la montagna. Proprio sabato pomeriggio la cronaca è stata funestata dalla morte di due bambini in una malga nel genovese.

Per continuare a leggere l'articolo sostienici oppure accedi

Sostienici

In evidenza

News dalla politica