Nigeria, nuovo attacco ai cristiani: i terroristi islamici rapiscono 140 studenti da un collegio

lunedì 5 Luglio 17:00 - di Laura Ferrari
Nigeria cristiani

Uomini armati hanno fatto irruzione in un liceo cristiano protestante (battista) e hanno rapito almeno 140 studenti a Kaduna, nel nord-ovest della Nigeria. Lo denuncia un insegnante della Bethel Baptist High School, Emmanuel Paul, aggiungendo che altri 25 studenti sono riusciti a sfuggire al sequestro.

Un funzionario di polizia ha dichiarato di non avere dati sul numero esatto di studenti rapiti. Ieri a Kano erano state rapite almeno otto persone in un centro medico.

Il rapimento di massa è avvenuto nella notte

Secondo un testimone citato da Bbc, i rapiti accertati a Kano al momento sarebbero almeno 12, tra cui tre bambini piccoli e un adolescente.

La Bethel Baptist High School è un collegio fondato dalla chiesa battista nel 1991 nel villaggio di Maramara nel distretto di Chikun, fuori dalla capitale dello stato di Kaduna.

L’attacco di lunedì, avvenuto alle due di notte, è stato il quarto rapimento di massa di una scuola nello stato di Kaduna da dicembre.

Circa 1.000 studenti e alunni sono stati rapiti in diversi stati nigeriani dal dicembre dello scorso anno. La maggior parte è stata rilasciata dopo trattative con i funzionari locali, anche se alcuni sono ancora prigionieri.

Nigeria: da dicembre rapiti mille studenti cristiani

Il presidente dello stato di Kaduna dell’Associazione cristiana della Nigeria (CAN), il reverendo Joseph Hayab, ha confermato l’incidente in un’intervista telefonica e ha detto che suo figlio, anche lui studente della scuola, è stato tra alcuni di quelli che sono sfuggiti ai banditi.

Ha riferito che molti degli studenti sono scomparsi, spiegando che non è possibile determinare il numero di quelli rapiti fino a quando quelli che probabilmente si sono nascosti non sono tornati e non viene fatto un censimento degli studenti.

Tuttavia, ha affermato che si ritiene che molti degli studenti siano stati rapiti. “Non possiamo fornire la cifra esatta di coloro che sono stati rapiti per ora, fino a quando coloro che sono corsi sulle colline per sicurezza non saranno tornati e non verrà fatto un censimento degli studenti, ma sappiamo che ne hanno presi molti. Sono solo senza parole, non so cosa dire! Mio figlio era tra gli studenti scampati per un pelo”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica