Mio Italia contro il green pass per bar e ristoranti. Bianchini: «Giocano con la paura»

mercoledì 21 Luglio 14:17 - di Eugenio Battisti
No al terrorismo psicologico su covid e varianti. No al green pass per i locali pubblici, ristoranti e bar. Paolo Bianchini, presidente di Mio Italia (movimento imprese e ospitalità) prosegue la sua battaglia a difesa del comparto. Che sarebbe devastato dall’obbligo del certificato verde per ospitare i clienti. “Idea malsana di Speranza, che gioca con la paura”.

Mio Italia: no al green pass, basta terrorismo

“In vista della cabina di regia di domani (che poi è slittata, ndr) ho appena incassato il sostegno di Matteo Salvini, ItaliaViva e del MoVimento 5 Stelle per non far applicare il #greenpass in bar e ristoranti. Vedremo chi sarà di parola!!!”, scrive Bianchini, molto attivo sui social, sulla sua pagina Facebook.

Bianchini: aspetto se Lega e 5Stelle saranno di parola

Una nuova sfida lanciata al governo Draghi. Un appello a tutte le forze politiche perché contrastino questa proposta che metterebbe in ginocchio l’intero comparto. Sulla rete molti operatori hanno postato filmati ironici per ridicolizzare la proposta del ministro della Salute. Nei video si vede un cliente-attore che viene bloccato all’ingresso di un bar. Costretto a esibire  decine di certificati di tamponi, vaccinazioni, analisi cliniche (urine e sangue) e green prima di poter consumare un caffè. Quasi sempre la scenetta si chiude con un sonoro vaffa del cliente.

Ristoratori sul piede di guerra

Il presidente di Mio Italia non molla. La sua battaglia – ci tiene – non è solo sindacale o corporativa. Il ristoratore viterbese, dallo scorso maggio sulla breccia, parla di ‘rivoluzione”, di bellezza, di identità culturale, di made in Italy. Utilizzando spesso l’hastag “mai domi”. Contro l’assalto delle multinazionali e del delivery. Sempre urticanti i suoi post sui social. Provocatorie le sue presenze radiofoniche e televisive.

Stanno giocando con la paura degli italiani

“Sono riusciti nel loro intento! Mettere contro gli Italiani”, ha scritto due giorni fa. “Chi liberamente ha scelto di sottoporsi al vaccino ha fatto bene. Chi liberamente ha scelto di non farlo per la titubanza sugli eventuali effetti collaterali sconosciuti nel tempo ha fatto bene. Fare la caccia alle streghe è semplicemente inutile. E non fa altro che alimentare la paura e l’incertezza sul futuro che ci attende. E come al solito la politica se ne lava le mani non obbligando per norma ma per ricatto implicito! Nel frattempo il popolo si divide come per tutto in tifoserie. Big Pharma ringrazia sentitamente“.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica

Array ( [0] => ppm-bundle )
Array ( [0] => jquery [1] => paypal-ipnpublic-bn [2] => jquery-easy-ticker [3] => super-rss-reader [4] => wc-add-to-cart [5] => woocommerce [6] => wc-cart-fragments [7] => advanced-invisible-antispam [8] => bootstrap [9] => main [10] => wp-embed )