Italiano detenuto ad Abu Dhabi. Fidanza e altri 27 europarlamentari chiedono l’intervento della Ue

venerdì 9 Luglio 14:39 - di Laura Ferrari
Fidanza, Abu Dhabi

Il caso di Andrea Costantino, l’imprenditore milanese in cella da marzo ad Abu Dhabi, arriva fino alle istituzioni europee. A farsene portavoce il Capodelegazione di Fratelli d’Italia – ECR al Parlamento Europeo, Carlo Fidanza, che ha inviato una lettera urgente, sottoscritta da altri 27 eurodeputati italiani di diversi gruppi politici, all’Alto Rappresentante per la politica estera dell’Ue Josep Borrell.

La lettera a Borrell promossa dal capogruppo FdI

La lettera ricorda le procedure arbitrarie dell’arresto di Costantino, la tuttora mancante comunicazione dei capi di imputazione nei confronti del nostro connazionale e la conseguente impossibilità di nominare un difensore, le condizioni psico-fisiche del detenuto, l’assenza di risposte da parte delle autorità degli Emirati Arabi nei confronti della diplomazia italiana.

La missiva richiede quindi “di intervenire urgentemente, tramite il Servizio Europeo di Azione esterna, a sostegno del lavoro di mediazione condotto dalle Autorità italiane con la controparte emiratina per porre fine a questa detenzione arbitraria e apparentemente non corroborata da motivazioni penalmente rilevanti. Qualora dovesse persistere la mancata giustificazione da parte delle Autorità emiratine dei motivi alla base della detenzione, La preghiamo di attivarsi a favore di un immediato rilascio del nostro connazionale”.

Chi è Andrea Costantino, l’italiano detenuto ad Abu Dhabi

“Andrea Costantino probabilmente sta pagando con una detenzione arbitraria e immotivata il prezzo delle tensioni diplomatiche in corso tra Italia ed Emirati Arabi”. Dichiara Carlo Fidanza, primo firmatario della lettera. “Serve uno scatto di reni del governo italiano e delle istituzioni Ue per favorire una risoluzione del caso, a partire dal ripristino di tutte le garanzie a favore del nostro connazionale. Peraltro proprio ieri ho saputo dai familiari che pochi giorni fa le autorità degli Emirati hanno rinnovato il visto di lavoro di Andrea Costantino, cosa impossibile se avesse pendenze penali in corso”.


La missiva è stata sottoscritta dai seguenti eurodeputati: Raffaele Fitto, Sergio Berlato, Pietro Fiocchi, Giuseppe Milazzo, Nicola Procaccini, Vincenzo Sofo, Raffaele Stancanelli (FdI-Ecr); Fulvio Martusciello, Salvatore De Meo (FI – Ppe); Marco Campomenosi, Stefania Zambelli, Isabella Tovaglieri, Rosanna Conte, Mara Bizzotto, Silvia Sardone, Susanna Ceccardi, Antonio Rinaldi, Francesca Donato, Anna Bonfrisco, Gianantonio Da Re, Gianna Gancia, Danilo Oscar Lancini, Matteo Adinolfi, Alessandra Basso (Lega – ID); Fabio Massimo Castaldo, Tiziana Beghin, Sabrina Pignedoli (M5S).

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica

Array ( [0] => ppm-bundle )
Array ( [0] => jquery [1] => paypal-ipnpublic-bn [2] => jquery-easy-ticker [3] => super-rss-reader [4] => wc-add-to-cart [5] => woocommerce [6] => wc-cart-fragments [7] => advanced-invisible-antispam [8] => bootstrap [9] => main [10] => wp-embed )