“Il volume della tv è troppo alto”. E ammazza il padre con un coltello da cucina. Tragedia familiare a Mantova

giovedì 15 Luglio 11:17 - di Monica Pucci

Omicidio ieri sera a Ostiglia, comune in provincia di Mantova. Un uomo di 50 anni, Lorenzo Prandi, ha accoltellato a morte il padre di 75 anni, Mario, dopo aver litigato per “il volume della tv troppo alto“, spiegano i carabinieri che hanno arrestato l’uomo. L’omicidio è avvenuto poco dopo le 23 in un appartamento in via Cristoforo Colombo. Inutili i soccorsi del 118: l’anziano è morto per le “ferite profonde riportate al torace e all’addome”.

Il motivo dell’0micidio? Il volume della tv…

Secondo una prima ricostruzione dei militari, tra padre e figlio sarebbe nata una lite – “l’ultima di un rapporto reso sempre più complicato dalla convivenza e dalla crisi economica” – e il 50enne avrebbe impugnato un coltello da cucina colpendo il padre “ripetutamente”. A scatenare la furia il pretesto del volume della tv troppo alto, a quanto avrebbe riferito l’indagato.

Gli uomini del colonnello Antonino Minutoli, comandante provinciale dei carabinieri di Mantova, hanno proceduto all’arresto di P.L., attualmente detenuto nella locale casa circondariale. Nei prossimi giorni sarà dato incarico per l’esame autoptico, mentre saranno inviati ai carabinieri del Ris di Parma i reperti recuperati, tra cui il coltello utilizzato per il delitto, per ulteriori accertamenti tecnico-scientifici.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica