Convegno FdI sul Pnrr, Lollobrigida: “Qui per trovare soluzioni”. Marsilio: “Abruzzo penalizzato”

mercoledì 14 Luglio 12:58 - di Penelope Corrado
Pnrr

“Oggi noi apriamo un confronto sul tema del PNRR, ma io aggiungerei una R al rilancio e alla resilienza: la R della riflessione sul sistema sanitario”. Così, il capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera, Francesco Lollobrigida, intervenendo al convegno ‘Pnrr e sanità: un’opportunità di sviluppo o un’occasione persa?’ organizzato a Roma dal Dipartimento Sanità di FdI.

Convegno di Fdi sul tema del Pnrr

“Durante la sindemia – ha proseguito Lollobrigida – intesa come insieme di criticità che derivano dal Covid, il sistema sanitario ha visto un complesso di malattie correlate emergere in questa fase. Ha quindi coinvolto un’economia malata, rispetto alla quale noi dobbiamo trovare delle soluzioni concrete per evitare una serie di criticità. Grazie a Fratelli d’Italia abbiamo risolto un grande problema alle Regioni. Infatti, in termini contabili nel decreto sostegni siamo riusciti a far passare un emendamento che mette le Regioni in condizione di non ritrovarsi un buco di bilancio provocato da indirizzi sbagliati a livello centrale”.

Lollobrigida: “Ci confrontiamo con Speranza per dare risposte agli italiani”

“Noi affrontiamo – ha proseguito il presidente dei deputati di FdI – il tema della Sanità attraverso un convegno puntuale che vede la partecipazione di Roberto Speranza. Un ministro che noi abbiamo considerato pessimo per come ha gestito la prima fase della pandemia e per come ha gestito la successiva fase delle riaperture. Glielo abbiamo detto, ma molto responsabilmente non abbiamo smesso di confrontarci con le istituzioni, così come con i corpi intermedi e con i corpi sociali per ascoltare, da chi vive le problematiche, quali siano le proposte e quali le possibili soluzioni. Questo convegno è il simbolo della serietà con la quale operiamo”.

Marsilio: “L’Abruzzo ha bisogno di 5 volte più di quello che arriverà”

Dal Piano nazionale di ripresa e resilienza “mi aspettavo più fondi, visto che è un piano per rispondere alla pandemia e dovrebbe mettere al primo posto la salute e la sanità. C’è stata una correzione nel passaggio tra il Conte bis e il Governo Draghi, ma non sufficiente. Il Recovery dovrebbe essere all’altezza dei bisogni dei cittadini”, ma “dei fondi previsti a malapena per l’Abruzzo arriveranno 200 milioni circa per i prossimi anni. Ma l’Abruzzo ha presentato un fabbisogno di oltre 1 miliardo di euro”. Lo ha sottolineato Marco Marsilio, presidente della Regione Abruzzo, ospite dell’evento ‘Pnrr e sanità: un’opportunità di sviluppo o un’occasione persa?’, promosso da Fratelli d’Italia a Roma.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *