Covid ancora in calo, ma il virus non si arrende: «Oggi è contagiosissimo, ma i vaccini funzionano»

mercoledì 16 Giugno 20:36 - di Agnese Russo
vaccini funzionano

Sono stati 1400 i casi di Covid in Italia nelle ultime 24, le vittime sono invece 52 le vittime. Ieri erano stati rispettivamente 1255 e 63. Il totale dei casi sale così a 4.248.432 e il totale dei decessi a 127.153. Il tasso di positività si mantiene stabile allo 0,6% su 203.173 tamponi processati tra molecolari e antigenici. Dunque, l’andamento dell’epidemia mantiene un trend positivo, ma i riflettori restano puntati sulla variante Delta, più contagiosa e più aggressiva, che fa dire, per esempio, al virologo Roberto Burioni che il «virus è diventato contagiosissimo», rassicurando però sul fatto che i vaccini funzionano.

Sempre in calo i ricoveri in reparto e terapia intensiva

Tornando ai dati della pandemia, continua a diminuire costantemente il numero dei ricoverati: nei reparti Covid ordinari sono 269 in meno di ieri, per un totale su scala nazionale di 3.064; in terapia intensiva, invece, il totale si attesta a 471, con 33 pazienti in meno a fronte di 9 nuovi ingressi. Gli attualmente positivi diminuiscono scendono di 4.051 unità, per un totale di 101.855 persone con Covid oggi in Italia. Aumentano, invece, i dimessi e guariti che da ieri sono stati 5.399, portando il bilancio degli italiani che hanno superato la malattia a 4.019.424 da inizio pandemia.

«Oggi il virus è più contagioso, ma i vaccini funzionano»

Benché il trend sia positivo, però, le preoccupazioni della comunità scientifica restano elevate in relazione alle varianti, specie la delta, nota anche come variante indiana. «Oggi – ha sottolineato Burioni – ci sono delle varianti di Sars-CoV-2 che danno un vantaggio al virus, nel senso di essere molto più trasmissibili. Siamo di fronte a una malattia diversa da quella che abbiamo visto l’anno scorso, durante quelle due ondate che ci hanno colpito. Il virus che c’è oggi è molto, ma molto più contagioso. Perché è uscita la variante inglese, ormai predominate da noi, che è del 60% più contagiosa, e ora c’è questa variante indiana che è addirittura il 60% più contagiosa della variante inglese. Quindi – ha aggiunto il virologo – è diventato un virus contagiosissimo».

Ma, ha precisato Burioni, «abbiamo il vaccino e non era scontato». «Esserci riusciti è una vittoria della scienza difficile da descrivere. Essere riusciti in 10 mesi a fare un vaccino sicuro ed efficace, in grado di bloccare la malattia, è qualcosa di vicino al miracolo», ha aggiunto Burioni, chiarendo che «in questo momento non c’è nessuna variante in grado di superare l’immunità indotta dai vaccini».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica

Array ( [0] => ppm-bundle )
Array ( [0] => jquery [1] => paypal-ipnpublic-bn [2] => jquery-easy-ticker [3] => super-rss-reader [4] => wc-add-to-cart [5] => woocommerce [6] => wc-cart-fragments [7] => advanced-invisible-antispam [8] => bootstrap [9] => main [10] => wp-embed )