Rampini smonta Draghi: “Inutile dire ‘venite in Italia’ se ai turisti non fornite neanche una data”(video)

sabato 8 Maggio 13:47 - di Alberto Consoli
Draghi turisti

Draghi e i turisti. Gli americani che il premier Draghi sogna presto di rivedere in Italia potrebbero rimanere un sogno. Se il governo non si sveglia. “Bisogna dare date certe”: Federico Rampini, ospite di Barbara Palombelli Stasera Italia su Rete 4, ha  spiegato che il nostro Paese è molto in ritardo sul fronte del turismo, che per noi italiani sarebbe manna dal cielo. Parla da giornalista e inviato che ormai vive stabilemente in America. E da lì il quadro italiano è deficitario. “New York riapre il 19 maggio e il Sindaco inizia una campagna per il rilancio del turismo. Stiamo parlando di una macchina organizzativa molto grossa, l’industria dello spettacolo qui a New York ha delle produzioni che coinvolgono centinaia e centinaia di persone, tra attori e tecnici”, ha raccontato. Già, ma noi?

Rampini: “Un americano non può ancora venire in Italia”

Si parla di pass e di passaporto vaccinale ma sotto sotto è solo fuffa, almeno per il momento. Insiste, Rampini, sulla necessità che il governo dia certezze e date:  “Non basta dire ‘voglio rivedere i turisti americani’. Nel caso dell’Italia, la certezza più importante andrebbe data ai turisti stranieri,  accelerando i tempi di un passaporto sanitario. Perché non basta dire, in linea di principio, che l’Italia quest’estate vuole rivedere i turisti americani: bisogna dare uno strumento per evitare tutte le barriere che ancora ci sono“. Il riferimento è al recente discorso del premier Mario Draghi, che ha invitato i turisti a prenotare le vacanze in Italia.

Rampini a Draghi: “Se vuoi vedere gli americani, dagli una data certa”

Senza girarci troppo intorno la domanda è: possono gli stranieri venire in Italia con date e modalità certe? No. Rampini  ha spiegato che purtroppo ad oggi i turisti stranieri hanno non poche difficoltà a volare verso il nostro Paese. Dagli Usa in particolare: “In questo momento un cittadino americano non può prendere un aereo e andare in Italia per fare le vacanze. Sono ammesse solo delle eccezioni molto limitate”. Rampini dà pertantanto una “sveglia” al governo: “Bisogna dare una data certa agli americani, se volete che tornino in massa, come desiderano fare, a visitare l’Italia quest’estate”. Una critica inecccepile. Da tempo FdI è in prima linea per sollecitare il governo su questo fronte rimuovendo gli ostacoli che si oppongono ad un serena e veloce ripresa del turismo. L’ascolto delle categorie quotidiano dà l’esatta misura di quanto il ritardo segnalato da Rampini sia reale.

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica

Array ( [0] => ppm-bundle )
Array ( [0] => jquery [1] => paypal-ipnpublic-bn [2] => jquery-easy-ticker [3] => super-rss-reader [4] => wc-add-to-cart [5] => woocommerce [6] => wc-cart-fragments [7] => advanced-invisible-antispam [8] => bootstrap [9] => main [10] => wp-embed )