Pordenone, sacerdote va al supermercato e ruba gli integratori alimentari. Beccato alle casse

giovedì 22 Aprile 13:41 - di Fortunata Cerri
sacerdote

Un sacerdote è stato sorpreso in un supermercato a rubare. Il prete di fede ortodossa, romeno, di 44 anni, ieri pomeriggio è stato beccato all’interno di un supermercato di Maniago in provincia di Pordenone. La refurtiva?  Alcune confezioni di integratori alimentari, che il prelato non aveva appoggiato sul rullo della cassa. Come si legge sul gazzettino.it il sacerdote era già finito sotto l’osservazione del personale dell’A&O, in quanto era emerso dai nastri delle telecamere di videosorveglianza, come il 44enne aveva sottratto oggetti di poco valore, senza pagare la merce una volta arrivato alla cassa.

Sacerdote bloccato alle casse del supermercato

«La nostra preoccupazione  era che non si trattasse realmente di un prete. Ma che potesse affiancare al vizietto del furto anche qualche altro reato patrimoniale». Ha fatto sapere la direttrice del punto vendita sporgendo denuncia ai carabinieri.

Il sacerdote e i timori degli addetti del supermercato

La preoccupazione degli addetti, riporta ilgazzettino.it, era quella che l’uomo si spacciasse per prete. In sostanza, temevano che sfruttasse l’abito talare per fermare i passanti. E quindi raccogliere delle donazioni per qualche buona causa inventata sul momento. L’uomo è stato bloccato una volta superate le casse con in tasca la modica refurtiva.

L’identificazione

Gli investigatori hanno intimato al romeno di fermarsi e lui non ha opposto resistenza. I carabinieri erano già accorsi sul posto e lo stavano aspettando nel parcheggio del supermercato per procedere con l’identificazione.

Prima ancora che i militari dell’Arma gli chiedessero di seguirlo in stazione, il prete si è assunto ogni responsabilità. E si è offerto a pagare la merce.

La denuncia della responsabile del  supermercato

La responsabile del punto vendita ha presentato denuncia. Gli investigatori hanno trattato il caso con notevole tatto, anche se le prove a carico del sacerdote erano incontestabili. Appena finiti gli accertamenti e ricevuta la denuncia a piede libero, il sacerdote è tornato dai congiunti. Adesso gli investigatori verificheranno la sua professione sacerdotale.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica

Array ( [0] => ppm-bundle )
Array ( [0] => jquery [1] => paypal-ipnpublic-bn [2] => jquery-easy-ticker [3] => super-rss-reader [4] => wc-add-to-cart [5] => woocommerce [6] => wc-cart-fragments [7] => advanced-invisible-antispam [8] => bootstrap [9] => main [10] => wp-embed )