I nuovi contagi sono 13.385. Buttafuoco: la pandemia non finirà, serve alla casta dei virologi…

mercoledì 28 Aprile 19:37 - di Adele Sirocchi
Buttafuoco Covid

Aumentano i nuovi contagi ma diminuiscono i decessi: i casi rilevati nelle ultime 24 ore in Italia sono 13.385 344 i morti, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 10.404, mentre le vittime erano 373: con i decessi di oggi il numero totale di morti dall’inizio della pandemia raggiunge i 120.256. Sono 336.336 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, ieri i test erano stati 302.734. Il tasso di positività è del 4% (+0,6% rispetto a ieri, quando era stato del 3,4%.

In calo terapie intensive e ricoveri

Sono 2.711 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per Covid in Italia, in calo di 37 unità rispetto a ieri nel saldo quotidiano tra entrate e uscite, mentre gli ingressi giornalieri sono stati 168 (ieri 177). Nei reparti ordinari sono invece ricoverate 19.860 persone, in calo di 452 rispetto a ieri. I ricoverati con sintomi scendono così sotto quota 20 mila.

Buttafuoco: in tv dominano i professionisti dell’anti-Covid

Si discute intanto di variante indiana, di vaccini, di riaperture. Ci si divide tra rigoristi apocalittici e aperturisti ottimisti. E’ il meccanismo utile – secondo lo scrittore Pietrangelo Buttafuoco – a conservare “la casta degli esperti”. Un intervento polemico, il suo, che alimenta un dibattito sullo spazio dato ai virologi che interessa un po’ tutta l’Europa.

“Ogni emergenza si perpetua – sostiene Buttafuoco – perché genera una casta che sovrintende la gestione dell’emergenza stessa. E’ un copione già visto in Italia: ora, dopo i professionisti dell’anti-fascismo e i professionisti l’anti-mafia, sono arrivati i professionisti dell’anti-Covid“.

La casta dei virologi ha visibilità e potere

Osserva Buttafuoco: “Come quando viene meno la mafia, perché obiettivamente lo Stato ha vinto e la mafia ha perso, la casta dell’anti-mafia vuole mantenere visibilità e potere; così la casta che domina in queste giornate il manicomio della pandemia, ha visibilità e potere, al punto da avere perfino un agente che gestisce le loro comparsate”.

Si chiede Buttafuoco: “Cosa succederà, allora, quando finirà la pandemia? Si troverà sempre un modo per perpetuarla. Così come per l’anti-mafia c’è sempre un ulteriore livello da indagare sulla mafia, anche per il coronavirus, con la scoperta delle varianti, non ne usciremo più: ci sarà sempre un ulteriore livello su cui alzare l’allarme”.

 

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica