Covid, Miguel Bosè e Hether Parisi fuori controllo. Lei invoca la Santa Inquisizione e Fb la censura

martedì 13 Aprile 8:28 - di Gabriele Alberti

Il Covid dà alla testa, ma a qualcuno di più: Miguel Bosè ed Hether Parisi- indipendentemente l’uno dall’altra –  si rendono protagonisti di dichiarazioni fuori controllo e fuori senso. Inizia l’ex soubrette che piagnucola perché le hanno cancellato un post: “Per Fb il mio Tweet vìola i ‘loro Standard’. Rimosso e pagina sospesa. Non diamo la colpa agli algoritmi. La colpa è dei delatori e della Santa Inquisizione scatenata contro chiunque si discosti dal credo ufficiale. Dedicato a chi pensa che la libertà di pensiero manchi solo in Cina”. Così Heather Parisi su Twitter, comunica che un tweet sui vaccini pubblicato dalla sua pagina ‘Heather Parisi Fan Page’ di Facebook ha causato, oltre che la rimozione del post, anche il blocco temporaneo di tre giorni, che comporta l’impossibilità di pubblicare o commentare nulla sul social network.

Covid, Hether Parisi: “Sono vittima della Santa Inquisizione”

Se la Parisi scomoda la Santa Inquisizione, c’è un altro “campione” di equilibrio come Miguel Bosè che dai social si lascia andare a dichiarazioni  pericolose e complottiste oltre ogni ragionevolezza: “Sono negazionista e lo dico a testa alta, sul Covid c’è un piano per nascondere la verità”. Parla così  il cantante intervistato (senza mascherina) da Jordi Evole per il programma spagnolo ‘Lo de Evole’.

Miguel Bosè si vanta di essere negazionista

Bosè racconta la sua storia “edificante”: che fino a sette anni fa arrivava a consumare quasi due grammi di cocaina al giorno; fumava marijuana e prendeva ecstasy. Poi con queste premesse  ha spiegato la sua “visione” della pandemia: “Se vedo un parente lo abbraccio, lo bacio. La verità sul coronavirus non si conosce o non si vuole sapere. Perché c’è un piano organizzato affinché non si sappia. Cadranno tutti, uno dopo l’altro, politici, medici, farmacisti – ha continuato -. Sono ben informato. Chi non è informato è tuo cognato che lavora con Bill Gates”, ha detto rivolto al giornalista. “La verità è che sono negazionista, è una posizione che esprimo a testa alta, posso dirti che non mi vaccino”, ha aggiunto il cantante.

I post incriminati

Tornando alla Parisi: un  post, risalente al 10 aprile, recitava: “Gennaio: ‘I vaccini sono sicuri al 100%’. Febbraio: ‘Non è dimostrata correlazione’. Marzo: ‘I benefici sono superiori ai rischi’. Aprile: ‘Funzionicchiano e amazzicchiano‘. Settembre: Pronto il vaccino contro i vaccini”. Nel video correlato si sente l’infettivologo Massimo Galli dire: “Attualmente abbiamo delle reinfezioni negli stessi vaccinati dati da variante inglese: le segnalazioni ormai sono parecchie e recenti. Niente di grave, perché sono quasi tutte infezioni blande”. Qualche mese fa aveva annunciato che lei e la sua famiglia non si sarebbero sottoposti al vaccino anti Covid.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica

Array ( [0] => ppm-bundle )
Array ( [0] => jquery [1] => paypal-ipnpublic-bn [2] => jquery-easy-ticker [3] => super-rss-reader [4] => wc-add-to-cart [5] => woocommerce [6] => wc-cart-fragments [7] => advanced-invisible-antispam [8] => bootstrap [9] => main [10] => wp-embed )