Caso Losito, sentita Raffaella Di Caprio. Sulla Ares in tv dice: “Ma che Belzebù: a Zagarolo c’era una famiglia”

venerdì 16 Aprile 14:26 - di Giulia Melodia
caso Losito Raffaella Di Caprio

Caso Losito, oggi è stato il turno di un altro volto noto della Ares Film: l’attrice Raffaella Di Caprio. Anche lei, dopo Rosalinda Cannavò-Adua del Vescovo, Gabriel Garko e tanti altri protagonisti delle fiction targate Tarallo che tanto successo hanno riscosso tra il pubblico casalingo, ha dovuto sfilare davanti agli inquirenti. La Gdf, infatti, ha ascoltato l’attrice, nell’ambito del fascicolo aperto dalla Procura di Roma sulla morte del produttore e sceneggiatore Teodosio Losito. Ma cosa avrà mai potuto aggiungere di nuovo, rispetto a quanto già detto qualche mese fa in tv? Quando, per esempio, ospite di Giletti a Non è l’Arena dichiarò: «Non c’era nessun Belzebù. Io non ho mai visto nessun Lucifero»…

Caso Losito, sentita l’attrice Raffaella Di Caprio

Del resto, in quella “famiglia” allargata, la Di Caprio ha detto spesso di aver «trovato una famiglia. Delle persone che mi hanno dato una mano quando ho avuto bisogno…». Oltretutto, specie a un titolo come Furore 2, l’attrice ha trovato il successo presso il grande pubblico televisivo. E oggi, chiamata a documentare rapporti e denunce partite dopo le dichiarazioni intercettate dal grande Fratello durante una conversazione tra Rosalinda Cannavò e Massimiliano Morra, anche la Di Caprio ha incontrato gli inquirenti.

Caso Losito, la Procura ha aperto un’inchiesta per istigazione al suicidio

Una convocazione che si aggiunge a quelle di altri volti noti che sono comparsi nelle scorse settimane a Piazzale Clodio, per essere sentiti come persone informate sui fatti dal pm Carlo Villani, titolare dell’inchiesta aperta per istigazione al suicidio dopo le dichiarazioni fatte nel settembre scorso dall’attrice Rosalinda Cannavò, in arte Adua del Vesco, e Massimiliano Morra. Come anticipato, frasi sfuggite ai due giovani attori durante una puntata del Grande Fratello Vip. Che alludevano all’esistenza di una presunta setta di cui entrambi avrebbero fatto parte.

Tutto è scaturito dalle dichiarazioni intercettate al Gf Vip

Nel dialogo, come noto, la Cannavò fa un riferimento a Teodosio Losito, produttore e sceneggiatore, trovato morto nella sua casa a Roma l’8 gennaio 2019. Un suicidio avvolto nel mistero su cui, dopo le esternazioni dei due attori, si è addensata una fitta nube di mistero. Finora, dunque, per cercare di fare luce sulla vicenda, sfociata in un’inchiesta della Procura capitolina, gli inquirenti al lavoro sul caso hanno ascoltato Adua del Vesco, Gabriel Garko, Nancy Brilli, Eva Grimaldi, Massimiliano Morra, Francesco Testi, Giuliana De Sio, la conduttrice tv Barbara D’Urso e la deputata di Forza Italia Patrizia Marrocco, che era stata tra i dirigenti della Ares.

Sotto, l’estratto della partecipazione di Raffaella Di Caprio a una puntata di Non è l’Arena su La7 da un video Youtube

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica