Mar 16 2021

Annamaria Gravino @ 19:12

Toscana, su Giani l’ombra delle “spintarelle” agli amici. Torselli: “Smentisca subito o venga in aula”

«Accuse gravissime», che richiedono una «immediata smentita». Il capogruppo di FdI alla Regione Toscana, Francesco Torselli, chiede conto al presidente Pd Eugenio Giani e alla sua vice, la renziana Stefania Saccardi, delle «spintarelle» che, secondo La Verità, avrebbero dato a medici amici per avanzamenti di carriera nella sanità pubblica. «Quelle apparse oggi sul quotidiano La Verità sono accuse gravissime. Se le ricostruzioni fossero veritiere, sarebbero al centro di una commistione tra politica e sanità senza precedenti», ha commentato Torselli.

Torselli: «Giani non può far finta di nulla»

Per l’esponente di FdI, quindi, «il presidente Giani e la vice presidente Saccardi non possono far finta di nulla. Smentiscano immediatamente quanto scritto su La Verità oppure – ha detto Torselli – si presentino in aula, al prossimo consiglio regionale, per relazionare sul perché avrebbero perorato le cause di avanzamento di carriera di amici medici all’interno delle strutture sanitarie pubbliche».

L’inchiesta de La Verità

Nell’articolo de La Verità, ha ricordato ancora Torselli, «si scrive a chiare lettere che il presidente Giani avrebbe “richiesto una soluzione” a favore di un medico in procinto di ricevere un incarico presso il dipartimento di senologia dell’Auoc di Careggi. La vicepresidente Saccardi, poi, avrebbe “sponsorizzato” l’avanzamento di carriera di un’amica neurologa impiegata presso l’ospedale di Livorno».

Torselli: «Una roba da film di Zalone»

«Roba da Prima repubblica o – ha commentato il capogruppo di FdI in Toscana – da film di Checco Zalone!». «Non vogliamo neppure pensare – ha proseguito – che Eugenio Giani e Stefania Saccardi usino questi metodi per favorire le carriere degli amici. Per questo, auspichiamo che da parte del presidente e della vicepresidente della Giunta regionale vi sia un’immediata e netta smentita di quanto scritto da La Verità».

FdI: «Giani smentisca o venga in aula»

«Viceversa saremo costretti a chiedere che Giani e Saccardi vengano a relazionare in aula al primo consiglio regionale utile», ha avvertito l’esponente di FdI. Sulla vicenda il partito ha comunque già depositato un’interrogazione con risposta in aula per la prossima seduta del consiglio regionale, in programma martedì prossimo.