Rimosso da Facebook il profilo fake del generale Figliuolo. Ma il giallo resta. Una truffa online?

martedì 2 Marzo 12:58 - di Alessandra Danieli

Sembra risolto il giallo sul presunto profilo Facebook del generale Francesco Paolo Attanasio, che ha sostituito Domenica Arcuri alla guida della struttura per l’emergenza anti-covid.

Giallo sul profilo fake del generale Figliuolo

Da questa mattina l’account è scomparso dalle pagine del social di Mark Zuckerberg. Che fino a ieri sera era consultabile. Cliccando ora appare la scritta ‘questo documento non è al momento disponibile’. La pagina, che ha scatenato l’ironia della rete, presentava elementi ‘curiosi’.  E risibili. Già a partire dalla pagina di copertina. Dove svettava un fotomontaggio. In alto, come immagine di copertina, il generale sorridente in primo piano. Al centro, come immagine del profilo, una donna, che non è sua moglie. Accanto una rosa rossa e alcuni cuori rossi. Immagini decisamente poco attinenti alla biografia del militare. Alto ufficiale ed ex capo della logistica dell’Esercito.

Una donna che non è sua moglie, i cuoricini rossi

Tra i pochi dati presenti nel profilo fake  alcune inesattezze. Facilmente riscontrabili. Tra queste la data di nascita (15 aprile), mentre il generale Figliuolo è nato l’11 luglio 1961. Stesso errore nella data del matrimonio, celebrato l’8 aprile del 2018. Che contrasta con i dati della biografia ufficiale pubblicata sul sito del Ministero della Difesa.

La donna, Tracy James, si è riconosciuta chiedendo perché ci fosse la sua immagine nel profilo del generale che ha sostituito il super-commissario Arcuri. Strani anche i commenti e i like, che vengono da utenti brasiliani e vietnamiti. Nel dubbio il profilo non è più raggiungibile. Lo scherzo di un bontempone? Una truffa online? Negli ambienti militari si dice che questo profilo già girasse, almeno da un paio di anni. Subito dopo la nomina, quindi, è magicamente riapparso. Per la gioia dei tanti che si sono precipitati sui social, visto la ‘stranezza’ del cognome. Un profilo fake o una pagina del generale manipolata da uno scammer. Dell’esercito di truffatori che ‘lavorano’ sui social network per raggirare gli utenti.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *