Non c’è Covid? Party illegali a Roma, balli e musiche caraibiche nei locali. Raffiche di multe e denunce

sabato 6 Marzo 12:30 - di Milena Desanctis

Party illegali a Roma. A due passi da piazza del Popolo a Roma la Polizia locale ha scoperto una festa in un B&B. Venti le persone identificate e multe per oltre 13mila euro. Era l’una circa di questa notte quando gli agenti del I Gruppo “ex Trevi” sono intervenuti, dopo una segnalazione. All’arrivo delle pattuglie, alcuni partecipanti hanno provato ad allontanarsi ma, subito fermati, sono stati tutti identificati. Tra le venti persone sanzionate per violazione delle disposizioni anti contagio, diciotto sono cittadini italiani e due sono stranieri. Hanno tutti dai 20 ai 30 anni. Sono tuttora in corso ulteriori accertamenti di tipo amministrativo sulla struttura.

Party illegali a Roma

Non solo. Nonostante le norme anticontagio altre trentanove persone – quasi tutte sudamericane – sono state scoperte dai carabinieri mentre partecipavano a una festa di compleanno in un circolo privato di via di Torre Branca. L’intervento dei carabinieri è scattato ieri nel pomeriggio quando i militari hanno notato delle persone di fronte all’ingresso del locale. Alla loro vista, hanno tentato di sgattaiolare all’interno senza farsi notare. Purtroppo per loro, ai carabinieri non è sfuggita la scena, che hanno scoperto e interrotto il party in pieno svolgimento.

Le sanzioni

Le trentanove persone, tutte di età compresa tra i 18 e i 45 anni, sono state identificate e nei loro confronti scatterà la sanzione da 280 euro a testa prevista in caso di assembramenti dalla vigente normativa anti-covid. Tra le persone sanzionate c’è anche il presidente del circolo, una donna originaria della Bolivia di 46 anni.

Feste e assembramenti: controlli

Ieri nel corso dei servizi di controllo, i caschi bianchi sono stati impegnati su tutto il territorio capitolino.  Controlli per verificare il rispetto delle misure per la tutela della salute pubblica. In particolare per contrastare la formazione di assembramenti. Tempestivi gli interventi degli agenti, con chiusure momentanee delle aree per sciogliere affollamenti. E ripristinare le condizioni di sicurezza, nei principali luoghi di ritrovo. Sotto osservazione Trastevere, San Lorenzo e piazza Bologna e alcuni parchi della Capitale.

Ragazzi nel parco: insulti e percosse

Come nel quartiere San Paolo e a Ponte di Nona. Qui, intorno le 18, ricevuta una segnalazione per la presenza di una folla di ragazzi nel parco, intenti a scambiarsi insulti e percosse. Sono sopraggiunte immediatamente le pattuglie dell’Unità Spe (Sicurezza Pubblica ed Emergenziale), in servizio nella zona. Fermati alcuni dei minori presenti, sono state avvisate le famiglie e avviati tutti gli accertamenti del caso per ricostruire quanto accaduto.

Party illegali a Roma, i precedenti

Solo qualche giorno fa altri quindici giovani sono stati multati: ignoravano norme anti Covid. La prima festa è stata interrotta dai militari di piazza Venezia. Sono intervenuti nel quartiere Monti per una segnalazione di “musica ad alto volume” proveniente da un appartamento. Giunti all’indirizzo era in corso una festa privata con sei studenti Erasmus che frequentano diverse università di Roma.

Altro caso a Ponte Sisto

I carabinieri di piazza Farnese, erano poco prima intervenuti in un B&B a due passi da Ponte Sisto, interrompendo la festa di un 20enne romano. Il giovane non è riuscito a spegnere le candeline del suo 21esimo compleanno. I militari lo hanno identificato e sanzionato insieme ai suoi 8 invitati. Tutti i 15 giovani sono stati sanzionati in violazione della normativa per contenere il contagio da Covid19.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica