Mattia Santori, la triste parabola della Sardina: ora pubblicizza la mortadella con Stanley Tucci

martedì 2 Marzo 9:18 - di Mia Fenice
Mattia Santori

Strano il percorso di Mattia Santori: dalla politica è finito alla mortadella. Il leader delle Sardine era stato spacciato come l’enfant prodige della sinistra. Definito come il capo di una forza politica emergente, quella dei giovani, era stato coccolato dal Pd. Prima che l’Italia fosse travolta dall’emergenza, durante le campagne elettorali per le elezioni regionali, il movimento nato in opposizione alla Lega in Emilia Romagna era al centro del dibattito politico. Spesso e volentieri le Sardine  apparivano nei salotti della tv.

Mattia Santori, dalla politica alla mortadella

Ma dopo le manifestazioni di piazza, da novembre 2019 a gennaio 2020, erano però scivolate nel dimenticatoio. Senza una visione politica, senza un progetto vero, il movimento nato solo per contestare Salvini si è liquefatto come neve al sole. Ora improvvisamente Mattia Santori ricompare in video, ma stavolta accanto a una mortadella.

Il leader delle Sardine a fianco di Stanley Tucci

Il leader del gruppo politico ricompare nel piccolo schermo, all’interno di un programma non italiano che nulla ha a che vedere col mondo della politica come ci si sarebbe potuti aspettare. Mattia Santori si trova al fianco di Stanley Tucci in uno degli episodi di “Searching for Italy“, una docu-serie televisiva della Cnn incentrata per l’appunto sul cibo e sulla cucina italiana.

Mattia Santori: «Così semplice e così buona»

Protagonista del viaggio, l’attore e regista statunitense di origini italiane gira alla ricerca di piatti tipici del nostro Paese. La terza tappa è l’Emilia Romagna. Stanley Tucci si sposta tra le città di Bologna, Modena, Parma e Rimini. Bolognese di nascita, Santori assaggia insieme al regista pane con la mortadella: «Così semplice ma così buona», spiega il leader delle Sardine prima di addentare il panino.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica