L’ultima “priorità” dei Cinquestelle: istituire una Giornata nazionale in ricordo di Casaleggio

martedì 9 Marzo 17:03 - di Alessandra Danieli

Una mossa diversiva? Una proposta per spostare l’attenzione dallo tsunami che ha investito i 5Stelle alle magnifiche sorti e progressive della digitalizzazione?

L’ultima proposta della piattaforma Rousseau

Alla vigilia della ufficializzazione dello strappo di Casaleggio jr, dalla piattaforma Rousseau arriva l’idea geniale. Istituire una giornata nazionale in ricordo di Gianroberto Casaleggio. Proprio così. Basta leggere le parole, trasudanti entusiasmo, di Enrica Sabatini. Sul blog delle Stelle.

Una giornata nazionale in memoria di Casaleggio senior

“Il prossimo 12 aprile segnerà il quinto anno dalla scomparsa di Gianroberto Casaleggio. Cinque anni nei quali come Associazione Rousseau abbiamo lavorato incessantemente. Dedicando anima e corpo al sogno. Che Gianroberto ci ha lasciato in eredità”. Scrive la grillina, braccio destro di Casaleggio junior. Che domani presenterà la sua nuova creatura politica. “ControVento”. L’alternativa ai 5stelle che sono entrati nel governo Draghi e hanno tradito la purezza originaria.

La lunga premessa prosegue in un crescendo di autocelebrazioni. “Il progetto Rousseau cammina ogni giorno sulle gambe di tutti coloro. Che credono in nuovo modo di intendere la politica. In un momento così significativo, intendiamo onorare la memoria di Gianroberto. E ringraziarlo idealmente. Per aver creduto per primo che i cittadini, attraverso la rete, potessero essere i veri protagonisti della vita politica”.

Guru e visionario. Non un patrimonio nazionale

Da qui la richiesta della piattaforma Rousseau. L’istituzione di una giornata ad hoc in onore del fondatore. Grande visionario,  guru e pioniere. Protagonista indiscusso della democrazia della rete. Che portò i grillini al 25 per cento di consensi. Ma forse la richiesta è un po’ eccessiva. Pensiamo Giornata del Ricordo o al Giorno della Memoria. Si tratta di celebrazioni uniche. Che il legislatore dedica a eventi speciali per l’identità nazionale. Che riguardano l’intera collettività. Patrimonio storico di un’intera nazione. Si può dire lo stesso del fondatore del movimento 5Stelle?

Il format nelle mano degli ‘Ambasciatori della partecipazione’

Il format dell’evento – si legge sul blog –  sarà ideato dai cosiddetti Ambasciatori della partecipazione. Divisi in 35 gruppi di lavoro in un grande esperimento di innovazione creativa. Che coinvolgerà oltre 400 progettisti”. Non resta che catechizzare ad hoc i parlamentari pentastellati per l’iter parlamentare. “I moltissimi partecipanti al percorso di formazione degli Ambasciatori hanno sottoscritto una richiesta. Che sarà rivolta a tutti i portavoce del MoVimento 5 Stelle in Parlamento. Per avanzare un disegno di legge che consenta di istituire la giornata”.

La giornata nazionale in ricordo di Casaleggio, insomma, è il prossimo bersaglio da colpire in Parlamento. È l’ultima priorità del movimento in debito d’ossigeno. A rischio frana. In una Paese in piena emergenza. Nella morsa della pandemia, vittima di una crisi economica senza precedenti. Alle prese con la sfida epocale del Recovery plan.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica