La Russa contro le ambiguità dei medici sui vaccini: “Ci salveranno o no? E perché sono pochi?” (video)

martedì 9 Marzo 17:42 - di Monica Pucci

“Perché questi medici non ci hanno detto prima che un vaccino non è salvifico? Dovremmo dire chiaro e tondo che probabilmente dovremmo rifarlo ogni anno, perché ce lo spiegano sempre a cose avvenute?”. Ospite dell’Aria che tira, sulla Sette, Ignazio La Russa, esponente di Fratelli d’Italia, formula alcune critiche sulla bulimia di virologi che in tv dicono tutto e il contrario di tutto, senza chiarire, secondo La Russa, anche il fenomeno della stagionalità del virus in base alle varianti.
Ovvio il riferimento al fatto che, per la natura del coronavirus e delle sue varianti, il vaccino potrebbe diventare stagionale, come quello per l’influenza. Una circostanza che, in effetti, non sembra essere stata particolarmente approfondita. La Russa, poi, è protagonista di uno scambio di battute con il giornalista Fabrizio Roncone, del “Corriere della Sera“, che difende l’efficienza del Lazio sul fronte dei vaccini. “Le dosi sono pochissime, neanche nel Lazio mi pare che ci sia da fare i salti di gioia. Anche chi fa meglio fa molto poco”, dice La Russa. E  Fabrizio Roncone: “Nel Lazio le cose funzionano, ma perché la butta sempre in politica?”. “E’ lei che fa politica!”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica