Gasparri mette al tappeto le Sardine: «Siete un doloroso caso umano, avete bisogno di aiuto»

domenica 21 Marzo 12:25 - di Paolo Sturaro
sardine gasparri

Ci sono persone che hanno bisogno di aiuto e cultura. E tra queste persone ci sono certamente le Sardine, come sottolinea Maurizio Gasparri. Sì, perché nella loro voglia irrefrenabile di mettersi in mostra, si vestono da saputelli. E buttano ftasi qua e là, con l’aria di chi ne sa una più del diavolo. Poi, chi va a leggere bene, si accorge immediatamente che i loro sono soltanto slogan, acquisiti dalla propaganda di sinistra.

Le Sardine contro Gasparri

Tra le Sardine e Gasparri il botta e risposta è sulla cannabis. Iniziano i nuovi intellettuali vicini al Pd. «Abbiamo solo accennato alla cannabis. Eppure è bastato poco per risvegliare dal letargo quei politici come Pillon e Gasparri che continuano a seminare ignoranza e paura. La loro visione si rifiuta di accettare che oltre sei milioni di persone in Italia fanno uso terapeutico di cannabis».

La spocchia dei “cocchi” della sinistra

Le Sardine tornano, con una certa spocchia, sul tema della legalizzazione e sulla depenalizzazione della coltivazione domestica.  «E mentre Gasparri afferma con orgoglio che nel Parlamento italiano la legge sulla legalizzazione non passerà mai, l’attuale guerra santa alla cannabis colpisce piccoli consumatori». In questo modo si illudono di aver pontificato e nello stesso tempo di aver zittito gli avversari.

Sardine, la risposta di Gasparri

Immediata la reazione. «Le cosidette Sardine», afferma Gasparri, «rappresentano un doloroso caso umano. Danno ordini al Parlamento di legiferare in favore delle droghe con toni da guerra lampo dei fratelli Marx, i comici, non parenti di Karl. Ovviamente tutto ciò non avverrà, e mai in Italia le droghe saranno legali», afferma l’espoente azzurro all’Adnkronos.

«Meno canne e più mele»

«Non abbiamo mai fatto la confusione che loro seminano e che attribuiscono a noi. La loro propaganda per la causa sbagliata sarà sconfitta. Cercherò di capire i fallimenti educativi e le carenze che hanno preceduto l’irrilevante arrivo nel dibattito di persone che hanno bisogno di aiuto e di cultura. Aiutare chi manifesta disagio è un dovere. Lo faremo con le Sardine, che essendo persone e non cibo o pesci vanno aiutate a uscire da una difficile condizione. L’Italia», conclude Gasparri riferendosi alle Sardine, «ha bisogno di tutti. Anche di chi sbaglia e dà ordini con toni risibili. Meno canne e più mele. Come si sa, una al giorno leva il medico di torno».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *