Draghi e la moglie si sono vaccinati. Prima dose di Astrazeneca nella hub della Stazione Termini

martedì 30 Marzo 12:11 - di Eugenio Battisti

Lo aveva annunciato e il giorno è arrivato. Mario Draghi si è vaccinato. Con Astrazeneca, come confermano fonti della presidenza del Consiglio. Insieme alla moglie Maria Serenella Cappello, il premier si è recato nella hub della Stazione Termine per la somministrazione della prima dose del vaccino anti-Covid-19 anglo-svedese. Come previsto dal calendario della campagna vaccinale della Regione Lazio.

Draghi si è vaccinato con Astrazeneca insieme alla moglie

Era stato lo stesso presidente del Consiglio, nel pieno del caso del blocco dei AstraZeneca (sospeso dall’Aifa e poi riammesso all’Ema) ad annunciare che si sarebbe fatto somministrare il siero anglo-svedese. Pressato dai giornalisti aveva dichiarato di avere  piena fiducia nel vaccino finito nel mirino per alcune dosi ‘sospette’. “Non ho ancora fatto la prenotazione, ma la mia classe di età è entrata. Lo farò e farò Astrazeneca, certo. Mio figlio l’ha fatto l’altro ieri a Londra. Non c’è nessun dubbio, nessuna prevenzione”. Un segnale che in molti attendevano. Per restituire fiducia ai cittadini bombardati di notizie contrastanti sulla presunta ‘pericolosità’ del vaccino Astrazeneca. “Se il blocco temporaneo delle somministrazioni ha avuto contraccolpi negativi sulla campagna vaccinale, gli effetti dureranno poco”, aveva aggiunto l’ex numero uno della Bce.

 

Poco più di una settimana fa a vaccinarsi erano stati il commissario all’emergenza Covid Figliuolo e il capo della protezione civile Patrizio Curcio, all’hub della Cecchignola. Prima di loro, il 9 marzo, era stato il turno del presidente della Repubblica Serigio Mattarella, vaccinato allo Spallanzani di Roma con il siero Moderna.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *