Covid, la strage silenziosa dei malati di tumore: “Uno su dieci muore per la mancanza del vaccino”

martedì 30 Marzo 14:06 - di Leo Malaspina

E’ più che mai fondamentale la vaccinazione anti-Covid per i malati di tumore. Lo afferma la Rete oncologica pazienti Italia (Ropi) che sottolinea come, degli oltre 100mila morti per la pandemia, il 16% sia composto da persone con storie di tumore. Se contraggono Covid-19, i pazienti oncologici sono più a rischio di sviluppare i sintomi della malattia, di essere ricoverati e soprattutto di avere complicanze anche molto gravi. In più – evidenzia la Ropi – devono sospendere seppure temporaneamente i trattamenti antitumorali in corso, come denunciato anche da Vittorio Sgarbi recentemente.

Il tumore e il Covid: un rapporto stretto

Le ultime raccomandazioni del ministero della Salute, aggiornate al 10 marzo, stanno tenendo conto di tutto ciò – ricorda la Rete pazienti in una nota – avendo inserito nel piano vaccinale, tra le categorie da vaccinare con priorità, anche quella dei malati oncologici. Ma ci sono ancora tante, troppe differenze tra Regione e Regione – rileva la Ropi – sia dal punto di vista della gestione dell’emergenza sia da quello della comunicazione ai pazienti su tempi e percorsi. Con il risultato che spesso questi ultimi si ritrovano spaesati.

Per continuare a leggere l'articolo sostienici oppure accedi

Sostienici

In evidenza

News dalla politica

Array ( [0] => ppm-bundle )
Array ( [0] => jquery [1] => paypal-ipnpublic-bn [2] => jquery-easy-ticker [3] => super-rss-reader [4] => wc-add-to-cart [5] => woocommerce [6] => wc-cart-fragments [7] => advanced-invisible-antispam [8] => bootstrap [9] => main [10] => wp-embed )