Bergoglio preoccupato: in Francia possono vincere i sovranisti. Le Pen: «Pensi alle chiese, non alle urne»

martedì 16 Marzo 15:43 - di Luisa Perri
papa francia

Papa Bergoglio si è detto preoccupato dalle elezioni in Francia, in caso di vittoria dei sovranisti. Un retroscena che ha infiammato i Social. E ha scatenato la reazione di Marine Le Pen. «Date a Cesare ciò che è di Cesare e a Dio ciò che è Dio… Non ho dubbi che molti credenti sarebbero lieti se il Papa si occupasse di ciò che sta accadendo nelle chiese piuttosto che di quello che succede nelle urne. Che ciascuno faccia quello che gli compete». Così in un tweet Marine Le Pen, ritwittando un post del settimanale francese L’Obs, secondo cui Papa Francesco sarebbe preoccupato per il rischio che il Rassemblement National della Le Pen possa vincere le elezioni presidenziali del 2022. «Non voglio essere scortese né dire alla Francia cosa fare. Ma è preoccupante», avrebbe detto il pontefice.

Che cosa ha detto Bergoglio sulle elezioni in Francia

«Un amico mi ha detto: “In Francia, avremo Marine Le Pen presidente”. Io non voglio essere sgradevole o dire al vostro Paese quello che deve fare. Ma è preoccupante. Sono preoccupato per la crescita dei populismi. L’antidoto è un movimento popolare, ed ascoltare questo movimento. Bisogna opporre al populismo il popolarismo». Questo avrebbe detto ieri papa Francesco, citato dal settimanale francese L’Obs, ricevendo in udienza alcuni esponenti francesi sui temi della transizione ecologica. Non è la prima volta che Bergoglio interviene a gamba tesa contro i sovranisti. 

Bergoglio incontra la delegazione di esponenti di estrema sinistra francesi

Nel corso della riunione, durata 40 minuti, Bergoglio ha avuto parole pesanti sulla finanza. Quando una dei presenti, l’imprenditrice Eva Sadoun, ha detto al pontefice che «l’economia liberale francese ha distrutto 200.000 posti di lavoro Francesco ha replicato: «Sì, ma non soltanto l’economia: la finanza! La Finanza è come la nebbia». Nell’incontro, Papa Francesco non ha parlato solo della Francia, ma ha anche lanciato un appello ai giovani affinché “risveglino” i cittadini: «Voi, la giovinezza, siete i protagonisti di questo cambiamento. Nel 2013, appena eletto Papa, mi trovavo a Rio de Janeiro, dissi ai giovani “fate disordine”, è importante. E’ il momento di fare una rivoluzione. Il mondo non vuole sentire. Di fronte agli appelli dei giovani, i governanti minimizzano. I governi sono deboli. Sta ai più giovani e ai più vecchi dare loro coraggio».

L’organizzatore di questo incontro era l’eurodeputato di estrema sinistra Pierre Larrouturou. Un politico che ha sul suo profilo Twitter Black Lives Matter, ma che non ha potuto partecipare. Testato il giorno prima, è risultato positivo al Covid.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica