Uno scienziato di Amburgo accusa la Cina: “Il Coronavirus è nato in laboratorio, ecco le prove”

giovedì 18 Febbraio 21:07 - di Laura Ferrari
laboratorio coronavirus

Il coronavirus potrebbe provenire da un laboratorio in Cina. Secondo uno studio dell’Università di Amburgo, sono molti gli argomenti che fanno propendere oer un incidente di laboratorio presso un istituto virologico di Wuhan.

Il famoso fisico Roland Wiesendanger è giunto a questa conclusione in un’indagine basata sui dati da gennaio a dicembre 2020. Di conseguenza, sia il numero che la qualità delle prove suggeriscono un incidente di laboratorio a Wuhan come causa dell’attuale pandemia.

Wiesendanger ha valutato la letteratura scientifica, gli articoli su carta stampata e sui media online e la comunicazione personale con colleghi internazionali per il suo studio. Ha precisato che non si tratta di prove scientifiche, ma di prove deduttive.

Il coronavirus nato in laboratorio: le ragioni

Finora, gli scienziati non hanno trovato alcun animale ospite intermedio che abbia trasmesso l’agente patogeno SARS-CoV-2 dai pipistrelli all’uomo. Inoltre, i virus SARS-CoV-2 potrebbero accoppiarsi “sorprendentemente bene” ai recettori delle cellule umane e penetrare nelle cellule umane”, secondo Wiesendanger, un’indicazione che l’origine del virus non è naturale. La teoria che il virus provenga dai pipistrelli al mercato del pesce di Wuhan è contrastata anche dal fatto che lì non vengono offerti pipistrelli. Allo stesso tempo, l’istituto virologico della città possiede una delle più grandi collezioni al mondo di patogeni di pipistrelli. Esistono anche carenze documentate in materia di sicurezza in laboratorio. Un’altra indicazione di un incidente di laboratorio.

Il coronavirus è un’arma biologica sfuggita di mano

I coronavirus sono stati studiati per anni presso l’Istituto di virologia di Wuhan. Si tratta di una ricerca sul “guadagno di funzione”. Gli agenti patogeni innocui vengono manipolati in modo che diventino più pericolosi e aggressivi. Potrebbero essere usati come armi biologiche. I virus vengono manipolati geneticamente anche in altri paesi come l’Australia o gli Stati Uniti. Wiesendanger vuole discutere un divieto di questa ricerca.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) aveva recentemente dichiarato dopo un’indagine di quattro settimane che non era ancora chiaro da dove provenisse il virus e che servono più dati dalla Cina . Il capo del team dell’OMS ritiene improbabile che l’agente patogeno provenga da un laboratorio. La Cina continua a sottolineare che il virus potrebbe essersi diffuso attraverso i cibi congelati.

Wiesendanger ha condotto lo studio sul periodo da gennaio 2020 a dicembre 2020. Si basa su un approccio scientifico interdisciplinare e su un’ampia ricerca che utilizza varie fonti di informazione. Ciò include letteratura accademica, articoli su carta stampata e media online e comunicazioni personali con colleghi internazionali. Non fornisce alcuna prova altamente scientifica, ma fornisce numerose e serie prove.  L’esperto di nanoscienze, da parte sua, spiega di aver pubblicato uno studio fondato su 60 indizi, ma di averne raccolti almeno 600.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica