Sgozzata per strada a Lecce: l’assassino era stato dimesso dall’ospedale psichiatrico

martedì 2 Febbraio 10:22 - di Luisa Perri
sonia di maggio uccisa

I carabinieri hanno arrestato all’alba a Otranto Salvatore Carfora, 39 anni, parcheggiatore abusivo senza fissa dimora, dimesso nel giugno scorso dall’ospedale psichiatrico giudiziario «Filippo Saporito» di Aversa (Caserta). L’uomo è accusato di avere ucciso ieri sera a Lecce Sonia Di Maggio, 29 anni, sua ex fidanzata.

Sonia Di Maggio da poco tempo si era trasferita nel Salento dove viveva con il nuovo fidanzato, che non è riscito a evitare il delitto. La giovane è morta per strada dopo aver ricevuto diverse coltellate al collo e alla spalla mentre si trovava insieme al suo attuale fidanzato.

Sonia Di Maggio si era trasferita da Rimini a Lecce: l’ex l’ha raggiunta e uccisa

“Mio figlio mi ha chiamata per dirmi mamma corri, che Sonia sta sanguinando, la stanno accoltellando. Ho chiesto ‘ma chi?’. E lui ha detto ‘non lo so mamma, il suo ex’, pensavo scherzasse. Poi sono arrivata qui con l’altro mio figlio e l’ho trovata morta”. Lo ha raccontato ai cronisti la madre del nuovo fidanzato di Sonia Di Maggio, la 29enne uccisa a coltellate ieri sera in strada a Specchia Gallone, parlando dell’ex compagno della vittima, attualmente ricercato.

La signora ha spiegato che stato proprio il figlio a chiamare “i carabinieri e i soccorsi” e ha raccontato che il figlio era uscito con Sonia perché gli aveva chiesto di andare a fare la spesa. “Ho mandato mio figlio a fare la spesa e sono usciti, come facevano sempre. Il suo ex l’ha presa da dietro, non se ne sono neanche accorti. So che lei gli ha fatto da copertura a mio figlio”, ha detto la donna facendo riferimento alla vittima e raccontando che l’ex compagno della 29enne “li aveva minacciati che faceva la strage, che li ammazzava a tutti e due”.

A quanto si apprende da fonti investigative, Salvatore Carfora era da poco uscito dal carcere dove era finito per aver ferito a coltellate un parcheggiatore abusivo durante una lite. Sonia era uscita di casa per andare a fare la spesa. Era in compagnia del nuovo fidanzato: per stare con lui, giovane carpentiere del posto, si era trasferita nel Salento. Qui avevano deciso di convivere. Qui il killer l’ha rintracciata e uccisa. 

 

La drammatica testimonianza dell’omicidio (video)

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica