Sanremo parte col pasticcio Bugo. Morgan rivela: “Il suo brano fu già scartato dal Festival” (video)

giovedì 25 Febbraio 14:06 - di Giovanni Pasero
morgan bugo ANSA1

Il brano che Bugo presenterà a Sanremo, “E invece sì” è vecchio. Sembra, infatti, che la canzone sia stata addirittura respinta dalla giuria del Festival edizione 2019. «La canzone con cui Bugo andrà a Sanremo è quella che presentò due anni fa a Baglioni e fu bocciata», ha rivelato Morgan su Instagram.

C’è da dire che da regolamento, questo non implica conseguenze. Infatti, i brani presentati al Festival devono essere inediti e se anche Bugo l’avesse proposto due anni fa senza averlo mai pubblicato, non influirebbe sulla sua presenza tra i Big.

Il precedente del 1988 con Massimo Ranieri

Ci sono precedenti illustri. Come il brano firmato da Giampiero Artegiani, presentato per l’edizione del Festival di Sanremo del 1987. Il cantante in lizza era Gianni Nazzaro, ma la commissione del Festival bocciò la canzone. L’anno successivo, la stessa canzone venne presentata da Massimo Ranieri. Il brano era Perdere l’Amore. Vinse il Festival e divenne una delle canzoni più famose della storia del Festival e tra le più note del cantante napoletano.

Bugo e l’insperata popolarità grazie a Morgan

Stavolta, però, il cantante è lo stesso. Se Bugo è stato accettato stavolta e bocciato due anni fa, la deduzione che induce a fare Morgan è semplice. I brani in gara in questa edizione non sono all’altezza di quelli del Festival di Baglioni. C’è poi un’altra illazione (tra le righe) di Morgan: le canzoni non vengono selezionate in base alla qualità, ma in base alla popolarità dei suoi interpreti. Due anni fa, quanti conoscevano Bugo? Paradossalmente, il merito va tutto all’ex marito di Asia Argento. Senza quella furibonda litigata in diretta, durante l’esecuzione del brano, Bugo sarebbe tornato in competizione al Festival? La risposta, per certi versi, è quasi scontata. Al Festival dei fiori, le canzoni contano fino a un certo punto. Lo spettacolo prima di tutto. E anche la maliziosa illazione di Morgan contribuisce ad alimentare l’interesse.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *