Squalifica per Bugo e Morgan a Sanremo. Esplode la polemica: cambiate le parole del pezzo (video)

sabato 8 febbraio 9:42 - di Redazione
squalifica

Squalifica “per defezione” di Bugo e Morgan a Sanremo. Erano circa le 2 del mattino quando Amadeus dal palco ha dato l’annuncio. Poco prima Bugo aveva abbandonato il palco dell’Ariston durante l’esibizione. Morgan aveva cambiato le parole della canzone. Fatti inediti e mai accaduti prima.

Il management del cantautore Bugo ha però protestato per la decisione della squalifica. Il team di Bugo si affacciato in sala stampa, quando erano ormai le 3 passate per spiegare ai giornalisti la posizione del cantante. Bugo ha lasciato il palco dopo aver sentito Morgan cantare delle parole nuove sulla musica del brano in gara ‘Sincero’.

Così Morgan ha cambiato il testo di “Sincero”

Eccole: “Le brutte intenzioni, la maleducazione, la tua brutta figura di ieri sera, la tua ingratitudine, la tua arroganza, fai ciò che vuoi mettendo i piedi in testa”, “ma tu sai solo coltivare invidia”, “ringrazia il cielo se sei su questo palco, rispetta chi ti ci ha portato dentro e questo sono io”. “Si era impegnato a non offendere, ha cambiato il testo”, ha sottolineato il management di Bugo. “Morgan è stato invitato per un featuring, era lo ‘special guest’, in un brano di Bugo, che è contenuto in un album di Bugo” uscito proprio in queste ore. “E Morgan aveva firmato la liberatoria che lo impegnava a non offendere la Rai e tutti. Quello che non capiamo è perché si sia stato squalificato anche Bugo”, che “non sapeva che Morgan avrebbe cambiato il testo”.

Squalifica per Bugo e Morgan, le tensioni nella serata delle cover

Le incomprensioni e le tensioni tra i due erano iniziate nella giornata di giovedì, con la preparazione della performance della cover, quando già Morgan aveva minacciato di lasciare il festival se non gli avessero concesso più prove. “Hanno provato male e tardi – ha spiega il team di Bugo – perché alcune partiture erano completamente sbagliate. Non sono riusciti a provare bene e giovedì è successo il disastro che abbiamo visto. Morgan voleva fare il pianista, il direttore d’ orchestra, il cantante e forse anche il presentatore. E alla fine è uscito quello che è uscito. Sulla follia altrui non abbiamo gestione. Noi ci occupiamo di Bugo, Morgan ha un suo team”, concludono.

La versione di Morgan

Anche Morgan ha fornito la sua versione della lite con Bugo. “La partecipazione a Sanremo è nata perché Bugo mi ha chiesto di fare un pezzo con lui. Sarei stato la persona che gli avrebbe permesso di fare il Festival, perché senza di me non lo avrebbe certamente fatto”. Così Morgan a Repubblica.it dove ha raccontato la sua versione della serata delle cover. “È stata un’Odissea. Mancanza di prove, problemi con l’orchestra, arrangiamenti sbagliati e scomparsi, ma alla fine io faccio un impresa eroica e riusciamo ad andare in scena. E lì Bugo prende il microfono e, senza badare a quello che era previsto e concordato anche con la regia, va davanti, sul proscenio e canta tutta la canzone, non solo il pezzo che doveva cantare lui, fa la strofa e il ritornello. Come quei dilettanti che vogliono andare avanti a tutti per farsi notare e fare i protagonisti. E’ stato un gesto di sfida nei miei confronti, un affronto che ha fatto a me”. “Ho capito – ha aggiunto Morgan – che era vero quello che già avevo pensato nel pomeriggio con il problema delle prove: lui voleva liberarsi di me. Ma allora ho pensato a una contromossa”. Quella, appunto, messa in atto cambiando le parole della canzone, che è costata la squalifica alla coppia.

 

 

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza