Pd e M5S fanno i furbetti. Meloni: «A Berlusconi e Salvini propongo l’intergruppo del centrodestra»

mercoledì 17 Febbraio 9:47 - di Valeria Gelsi
meloni intergruppo

Formare un intergruppo parlamentare anche nel centrodestra. È la proposta che Giorgia Meloni avanzerà a Matteo Salvini e Silvio Berlusconi, dopo la decisione di Pd, M5S e Leu di dare vita a una formazione di questo tipo. Una mossa, quella della sinistra, «evidentemente contro gli altri partiti che sostengono il governo», ha sottolineato Meloni.

Meloni: «Ora un intergruppo anche nel centrodestra»

«Se Pd, M5S e Leu hanno formato un intergruppo parlamentare per coordinare la loro attività nella maggioranza a sostegno di Draghi, evidentemente contro gli altri partiti che sostengono il governo, allora penso che anche il centrodestra debba dotarsi di un suo intergruppo per portare avanti il programma elettorale comune. E che sia utile farlo nonostante il diverso posizionamento attuale dei partiti della coalizione», ha spiegato Meloni. La leader di FdI ha quindi annunciato che «formulerò questa proposta a Salvini e Berlusconi e mi auguro possa essere accolta».

L’analisi di Massimo Franco

Sulla natura dell’operazione dell’intergruppo messa in campo dalla sinistra si è soffermato oggi Massimo Franco nel suo editoriale sul Corriere della Sera. Il giornalista ne ha smascherato gli intenti, parlando della «difficoltà di emanciparsi dalla logica di una coalizione politica all’interno di quella governativa». E, soprattutto, sottolineando che «pensare di utilizzare una fase così cruciale e incerta per ottenere vantaggi elettorali, per coltivare l’arte dello smarcamento o, peggio, del sabotaggio stando nei ministeri, sarebbe suicida».

L’intergruppo della sinistra: un allarme per Lega e FI

Franco, insomma, pur adottando il diverso punto di vista del puntellamento del governo, come la Meloni, ha colto il segno marcatamente opportunistico di quella operazione. L’intergruppo tra Pd, M5S e Leu, infatti, nasce con l’intento di dare vita a una conventio ad excludendum dei partiti di centrodestra nella compagine governativa, connotandosi tra l’altro come un’operazione che certo non è in linea con il proposito di stare in maggioranza per fare il bene del Paese. Una situazione che impone a Lega e Forza Italia quella attentissima riflessione su ciò che sta accadendo di cui la Meloni si fa promotrice.

 

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica